Coronavirus, 570 morti. Altri 3.951 i nuovi casi, meno di ieri. Calano ancora terapie intensive e ricoveri

Venerdì 10 Aprile 2020
Coronavirus, 570 morti. Il trend di nuovi casi torna a scendere, calano ancora terapie intensive e ricoveri

ROMA - Sono 570 le vittime in più per conseguenze derivate dal coronavirus. Ieri il dato era di 610. È quanto ha diramato il capo del dipartimento della Protezione civile Angelo Borrelli in conferenza stampa nel consueto bollettino delle 18 di oggi venerdì 10 aprile.

LEGGI ANCHE:

Coronavirus, la Cig non arriverà prima di maggio: «Le banche non possono anticipare i soldi»


I nuovi casi positivi registrati oggi sono 3.951, 253 in meno rispetto a ieri (4.204) a fronte di 7.251 tamponi in più effettuati in un giorno. Torna quindi leggermente a calare il trend della curva epidemica nonostante si prosegua, negli ultimi tre giorni, con un aumento costante a cavallo dei 4mila casi giornalieri. Sesto giorno consecutivo di calo della pressione ospedaliera nelle terapie intensive (-108) e quarto consecutivo tra i ricoveri con sintomi (-157). Scendono i ricoverati in terapia intensiva anche in Lombardia. Costante anche l'aumento dei guariti, che ne registra altri 1.985 in 24 ore, in linea con il dato di ieri.


IL BOLLETTINO DI OGGI

I casi Covid-19 accertati in Italia dall'inizio dell'emergenza sono ora 147.577 (3.951 in più rispetto a ieri), di cui 18.849 morti e 30.455 guariti1.985 nelle ultime ventiquattro ore. Il numero di attualmente positivi nel nostro Paese è di 98.273 persone, ieri era di 96.877, un aumento di 1.396 unità. I tamponi effettuati fino ad oggi sono 906.86453.495 nell'ultimo giorno (Ieri erano 46.244). 

Sono 3.497 i malati in terapia intensiva, 108 in meno rispetto a ieri. Di questi, 1.202 sono in Lombardia (-34). 28.242 sono poi ricoverati con sintomi, 157 in meno rispetto a ieri, e 66.534 (+1.661) sono quelli in isolamento domiciliare. 



I DATI REGIONE PER REGIONE

Dai dati della Protezione civile emerge che sono 29.530 i malati in Lombardia (456 in più rispetto a ieri), 13.350 in Emilia-Romagna (+92), 10.647 in Veneto (+198), 11.576 in Piemonte (+240), 3.316 nelle Marche (-85), 5.822 in Toscana (+119), 3.301 in Liguria (+48), 3.633 nel Lazio (+101), 2.963 in Campania (+90), 1.398 in Friuli Venezia Giulia (+8), 1.994 in Trentino (+16), 1.317 in provincia di Bolzano (+2), 2.336 in Puglia (+35), 1.967 in Sicilia (+25), 1.635 in Abruzzo (+69), 752 in Umbria (-40), 602 in Valle d'Aosta (-7), 876 in Sardegna (+0), 786 in Calabria (+21), 193 in Molise (+4), 279 in Basilicata (+4).

Quanto alle vittime, se ne registrano 10.238 in Lombardia (+216), 2.397 in Emilia-Romagna (+81), 793 in Veneto (+37), 1.532 in Piemonte (+78), 682 nelle Marche (+13), 454 in Toscana (+46), 709 in Liguria (+27), 231 in Campania (+4), 263 nel Lazio (+10), 179 in Friuli Venezia Giulia (+8), 238 in Puglia (+13), 191 in provincia di Bolzano (+4), 148 in Sicilia (+10), 198 in Abruzzo (+4), 52 in Umbria (+1), 107 in Valle d'Aosta (+2), 275 in Trentino (+7), 65 in Calabria (+4), 69 in Sardegna (+5), 13 in Molise (+0), 15 in Basilicata (+0). I tamponi complessivi sono 906.864, oltre 53mila più di ieri. Degli oltre 906mila tamponi circa 453mila sono stati effettuati in Lombardia, Emilia-Romagna e Veneto.

Ultimo aggiornamento: 18:39 © RIPRODUZIONE RISERVATA