Incubo Coronavirus, 602 morti e 3.780 nuovi contagiati: oltre seimila vittime in Italia

Lunedì 23 Marzo 2020
Angelo Borrelli

ROMA - Coronavirus in Italia: altre 602 vittime nelle ultime ventiquattro ore. Ieri l'aumento quotidiano era invece di 651. I morti totali salgono a 6.078. Sono 7.432 le persone guarite, 408 in più di ieri. Lo ha detto il capo Dipartimento della Protezione civile Angelo Borrelli nel consueto bollettino delle 18. I malati sono 50.4183.780 in più di ieri. Il numero complessivo dei contagiati - comprese le vittime e i guariti - ha raggiunto i 63.927.

LEGGI ANCHE:

Nuovi contagi nelle Marche: Ancona respira ma è allarme rosso a Nord. Sono 8 i pazienti guariti

Sono 3.204 i malati ricoverati in terapia intensiva, 195 in più rispetto a ieri. Di questi, 1.183 sono in Lombardia. Dei 50.418 malati complessivi, 20.692 sono poi ricoverati con sintomi e 26.522 sono quelli in isolamento domiciliare.

«La Germania ha accolto i primi due pazienti positivi al coronavirus italiani, dovrebbe accoglierne 8 positivi in tutto: ciò evidenzia quanto sia importante la solidarietà internazionale». Lo ha detto il commissario Angelo Borrelli in conferenza stampa alla Protezione civile. 

«Gli asintomatici non devono andare in giro, il rischio è di contagare gli altri», lo ha dichiarato il presidente dell'Istituto Superiore di Sanità Silvio Brusaferro. «Non mi sento di sbilanciarmi sul confermare un trend positivo - ha aggiunto - Dobbiamo prendere atto che queste misure fanno riferimento alle misure prese due settimane fa. Gli effetti dei successivi provvedimenti li vedremo più avanti». 

I DATI REGIONE PER REGIONE

Dai dati della Protezione civile emerge che sono 18.910 i malati in Lombardia (1.025 in più di ieri), 7.220 in Emilia-Romagna (+830), 4.986 in Veneto (+342), 4.529 in Piemonte (+402), 2.358 nelle Marche (+127), 2.301 in Toscana (+157), 1.553 in Liguria (+202), 1.414 nel Lazio (+142), 929 in Campania (+63), 771 in Friuli Venezia Giulia (+33), 914 in Trentino (+29), 688 in provincia di Bolzano (+40), 862 in Puglia (+114), 681 in Sicilia (+85), 605 in Abruzzo (+66), 556 in Umbria (+56), 379 Valle d'Aosta (+25), 343 in Sardegna (+6), 280 Calabria (+20), 50 in Molise (-2), 89 in Basilicata (+8).

Quanto alle vittime, se ne registrano 3.776 in Lombardia (+320), 892 in Emilia-Romagna (+76), 192 in Veneto (+23), 315 in Piemonte (+32), 203 nelle Marche (+19), 109 in Toscana (+18), 212 in Liguria (+41), 49 in Campania (+20), 63 Lazio (+10), 54 in Friuli Venezia Giulia (+7), 37 in Puglia (+6), 29 in provincia di Bolzano (+6), 13 in Sicilia (+5), 38 in Abruzzo (+5), 16 in Umbria (+0), 12 in Valle d'Aosta (+3), 41 in Trentino (+6), 7 in Calabria (+0), 11 in Sardegna (+4), 7 in Molise (+0), uno in Basilicata (+1) . I tamponi complessivi sono 275.468, dei quali oltre 160mila in Lombardia, Emilia-Romagna e Veneto. 

Ultimo aggiornamento: 18:49 © RIPRODUZIONE RISERVATA