Coronavirus in Italia, bollettino domenica 21 marzo: 300 morti e 20.159 contagi Quasi 3500 persone in terapia intensiva

Domenica 21 Marzo 2021
Coronavirus in Italia, bollettino domenica 21 marzo: i dati alle 17

Coronavirus in Italia, il bollettino di oggi: i dati del Ministero della Salute di domenica 21 marzo. I nuovi positivi registrati nelle ultime 24 ore sono 20.159 con 277.086 tamponi (ieri erano stati 23.832 con 354.480 tamponi). 300 i morti (ieri erano stati 401). Con 13.526 dimessi e guariti in più gli attualmente positivi sono 571.672, 6.219 in più rispetto a ieri quando c'era stato un incremento di 8.914 unità. Domenica scorsa i positivi furono 21.315 con 273.966 tamponi. La percentuale di tamponi positivi è al 7.3% (ieri era stato del 6,7%).

 

Il totale delle vittime da coronavirus nel nostro Paese dall'inizio della pandemia sale a 104.942. Dei 300 morti di oggi 90 vengono dalla Lombardia, 36 dalla Toscana, 34 dall’Emilia Romagna, 26 dalla Campania, 15 dal Lazio e Friuli Venezia Giulia, 12 dal Piemonte, 10 dal Veneto e dalla Puglia. La Regione più colpita è la Lombardia con 4.003 casi, seguito da Emilia Romagna (2.448), Campania (1.810), Lazio (1.793), Piemonte (1.751), Veneto (1586), Puglia (1.546), Toscana (1358).

 

IL BOLLETTINO DI OGGI (clicca per visualizzare il pdf)

 

Il totale dei casi di Covid-19 dall'inizio della pandemia in Italia è dunque di 3.376.376, di cui 104.942 morti e 2.699.762 dimessi e guariti, 13.526 nelle ultime 24 ore. I pazienti attualmente positivi sono 571.672, ieri erano 565.453, un aumento di 6.219 unità. I tamponi effettuati fino ad oggi sono 46.890.903, mentre il totale delle persone testate è di 21.873.168. I tamponi totali (molecolari più antigenici) effettuati oggi sono 277.086 (ieri erano stati 354.480).

 

Del totale dei positivi sono 540.740 quelli in isolamento domiciliare (+5.735), 27.448 ricoverati nei reparti ordinari (+387) mentre i malati in terapia intensiva sono 3.448 (+61). Gli ingressi di oggi in terapia intensiva sono invece 232 (ieri erano 243): il dato peggiore è della Lombardia (36), seguita dal Lazio (31), Piemonte (29), Veneto (25), Emilia Romagna (23)

Ultimo aggiornamento: 18:27 © RIPRODUZIONE RISERVATA