Coronavirus nel mondo, picco di morti in Australia e in Cina i contagi tornano a crescere. Europa, più di 588mila casi

Giovedì 30 Luglio 2020
Coronavirus nel mondo, picco di morti in Australia e in Cina i contagi tornano a crescere. India, nuovo record di casi

Coronavirus, la situazione dei contagi nel mondo. Dalla Cina al Brasile, l'ultimo aggiornamento. Preoccupano Australia e Libia, mentre in Europa resta sotto osservazione la Spagna. Timori anche in Germania. Sono oltre 17 milioni i casi ufficiali di Covid-19 registrati nel mondo. Lo si apprende dagli ultimi dati aggiornati del database della Johns Hopkins University, secondo la quale sono 17.031.281 i contagi a livello globale, con gli Stati Uniti Paese più colpito con oltre 4,4 milioni di infezioni, seguiti da Brasile ed India. Secondo l'Università di Baltimora, la pandemia ha finora provocato 667.060 morti.

Cina. Sono 105 i nuovi casi diagnosticati nelle ultime 24 ore, 102 dei quali trasmessi localmente. Lo hanno comunicato le autorità sanitarie locali, sottolineando che 96 dei nuovi contagi sono stati registrati nello Xinjang, la regione più colpita al momento. Questo malgrado a inizio mese gli esperti della Commissione Nazionale per la Salute della Cina avessero assicurato che l'epidemia dello Xinjang avrebbe «rallentato nei giorni successivi». Allora nella regione si registravano in media 17 nuovi contagi al giorno. Nella regione di Liaoning, nel nord-est della Cina, dove è scoppiato un focolaio legato a un impianto ittico nella città di Dalian, si contano cinque nuovi contagi, tre in meno rispetto a ieri. Un caso è stato registrato nella municipalità di Pechino e un altro in quella di Shanghai.

Europa. Un totale complessivo di 588.252 casi confermati (+5761 rispetto al giorno precedente) sono stati registrati dall'inizio della pandemia nei Paesi dell'Europa centrale e orientale, in Germania, Austria e Grecia, secondo dati ufficiali raccolti dall'Oms, aggiornati al 29 luglio. La crescita percentuale su base settimanale dei contagi totali, sulla base di elaborazioni aggiornate al 27 luglio, è stata particolarmente sostenuta nell'ultima settimana nei Balcani occidentali, in Croazia, Bulgaria, Romania e Ucraina. Bielorussia, Moldova, Macedonia del Nord, Montenegro e Kosovo registrano più casi totali confermati per milione di abitanti che l'Italia. I decessi registrati nell'area sono stati finora 20401 (+114),di cui 9128 in Germania, 2239 in Romania, 1682 in Polonia, 1650 in Ucraina, 757 in Moldova, 713 in Austria, 596 in Ungheria, 551 in Serbia, 548 in Bielorussia.

LEGGI ANCHE Coronavirus esplode in Spagna, 1.153 nuovi casi in un giorno: è il numero più alto dal 2 maggio


Brasile. Sono oltre 90mila, per la precisione 90.134, le persone che avevano contratto il virus decedute in Brasile dall'inizio dell'emergenza sanitaria. Lo ha reso noto il ministero della Sanità brasiliano, comunicando altri 1.595 morti nelle ultime 24 ore. Rispetto a ieri si contano inoltre 69.074 casi di Covid-19 in più, per un totale di oltre 2,5 milioni di infezioni. Nonostante i numeri evidenzino come la situazione non sia ancora sotto controllo, il governo ha emesso un decreto che riapre il Paese ai visitatori stranieri che arrivano via aereo, ponendo fine a un blocco di quattro mesi che ha devastato il settore turistico locale. Il Brasile è il secondo Paese al mondo più colpito dal virus dopo gli Stati Uniti per numero di morti e contagi.

Australia. Aumento record dei contagi e dei morti: lo stato di Victoria ha annunciato oltre 700 nuovi casi e 13 decessi. Lo riferisce il Guardian. È il 25° giorno consecutivo di aumenti a tripla cifra nel secondo stato più popoloso del Paese. Il premier dello Stato, Daniel Andrews, ha annunciato che a partire dalla mezzanotte di giovedì, i cittadini in diversi distretti regionali a sud-ovest di Melbourne non potranno più ricevere visite in casa. A partire da domenica, Andrews ha anche emesso l'obbligo di indossare la mascherina fuori casa per l'intero Stato.

 

 
India. Nuovo record di contagi, con 52.123 casi registrati nelle ultime 24 ore. Lo ha reso noto il ministero della Sanità di Nuova Delhi, precisando che sono 1.583.792 le infezioni dall'inizio dell'emergenza sanitaria. La stessa fonte ha annunciato altri 775 decessi legati alla pandemia di Covid-19, per un totale di 34.968. Ieri il ministero della Sanirtà indiano aveva annunciato 768 morti e 48.513 nuovi contagi. I casi 'attivì nel Paese sono oltre 528mila.

Libia. Record di contagi giornalieri che registra nelle ultime 24 ore altri 205 nuovi casi, che portano a 3.222 il totale nel Paese. Lo ha reso noto il Centro nazionale libico per il controllo delle malattie sulla propria pagina ufficiale Facebook, precisando che i morti salgono a 76, i guariti a 596, e le persone attualmente positive da 2371 a 2550, con la maggior parte dei casi al Sud. Fonti locali riportano che le autorità sanitarie del governo di Tripoli stanno valutando la possibilità di reintrodurre misure di lockdown totale in diverse città a partire dal giorno dopo la festa islamica dell'Aid Al Adha.

LEGGI ANCHE: "Il Covid è una bufala" e organizza un party. Tutti ammalati, muore la suocera

Pakistan. Registrati 32 morti e 1.114 nuove infezioni nelle ultime 24 ore. Lo ha detto il Ministero della Sanità del paese. Il numero totale di casi di coronavirus in Pakistan ha raggiunto 277.402 mentre il numero di morti è pari a 5.924. Secondo i dati ufficiali, 1.248 pazienti sono stati recuperati nelle ultime 24 ore, portando il numero di persone guarite nel paese a 246.131 (88,7%). Almeno 1.179 pazienti sono in condizioni critiche.

Inghilterra. Salirà da sette a 10 giorni il periodo di quarantena obbligatorio previsto dalla legge in Inghilterra in caso di sintomi Covid. Lo riporta la Bbc, ricordando come finora le persone che avevano tosse, febbre alta o perdita dell'olfatto dovevano restare in autoisolamento per almeno una settimana o finché non stavano meglio. La misura, secondo l'emittente, dovrebbe essere annunciata nelle prossime ore da Chris Whitty, capo consigliere medico del governo.


 

Ultimo aggiornamento: 10:30 © RIPRODUZIONE RISERVATA