Coronavirus, aereo Alitalia bloccato alle Mauritius: rimpatriati 40 passeggeri da Lombardia e Veneto

Lunedì 24 Febbraio 2020
Coronavirus, aereo Alitalia bloccato alle Mauritius: rimpatriati 40 passeggeri da Lombardia e Veneto

Un volo Alitalia partito da Roma e atterrato alle Mauritius, è stato bloccato in aeroporto dalle autorità locali dopo lo sbarco. Ai passeggeri sarebbe stato chiesto di accettare un periodo di quarantena oppure di rientrare subito in Italia.

LEGGI ANCHE: Coronavirus, un caso sospetto. La Regione Marche vuole chiudere scuole e università e vietare le manifestazioni pubbliche. Ma Conte blocca tutto 

Al momento stanno permettendo lo sbarco solo ai passeggeri provenienti dalle zone non a rischio, mentre gli altri restano dentro l'aereo: a bordo del volo ci sono circa 300 persone. Sono una settantina i passeggeri ai quali non è stato permesso lo sbarco. «La Farnesina sta seguendo sin dalle prime battute la vicenda dell'aereo italiano bloccato a Mauritius, in contatto costante con la compagnia aerea Alitalia e con l'Ambasciata a Pretoria, competente per l'area, al fine di assicurare la massima assistenza agli italiani a bordo», ha riferito il ministero degli Esteri in una nota.

LEGGI ANCHE: Tornano da un viaggio in Cina, i connazionali li chiudono in casa per dieci giorni

IN 40 TORNANO IN ITALIA «In base a disposizioni delle autorità di Mauritius, non trasmesse alla compagnia prima dell'arrivo del volo, lo sbarco di 40 persone originanti da Lombardia e Veneto sarebbe stato condizionato a una messa in quarantena locale», ha fatto sapere Alitalia in una nota. «Su richiesta degli stessi, ed in costante coordinamento con l'Unità di Crisi della Farnesina, Alitalia ne sta predisponendo il rientro immediato, nonostante nessuno di loro abbia dichiarato sintomi di qualsivoglia malessere». 

LEGGI ANCHE: Coronavirus, bus partito da Milano bloccato in Francia: «L'autista ha una brutta tosse». Portato via in ambulanza

Ultimo aggiornamento: 14:51 © RIPRODUZIONE RISERVATA