Confessa di aver ucciso senza pietà
due cagnoline: la storia indigna la rete

Lunedì 21 Novembre 2016
Il post su Facebook
ROMA - Indigna la rete la storia di due cagnoline uccise a colpi d'arma da fuoco e senza motivo. Su Facebook la padrona ha pubblicato la foto dei due cadaveri e raccolto la solidarietà del popolo del social network. L'assassino ha confessato ai carabinieri di aver trucidato Whoopy e Maya, ma il giudice non ha ritenuto opportuno l'arresto. 



Dal web è partita una campagna sotto l'hastag #Controlaviolenzasuglianimali con lo scopo di sensibilizzare l'opinione pubblica e di portare presto alle modifiche al Codice penale e altre disposizioni in materia di delitti contro gli animali inserendo le misure precautelari dell’arresto e del fermo che ad oggi non sono consentite. Il post è stato condiviso migliaia di volte.  Ultimo aggiornamento: 13:06 © RIPRODUZIONE RISERVATA