Non può pagare il mutuo, la sua casa
è allʼasta: i compaesani gliela ricomprano

Sabato 7 Settembre 2019

SASSARI - Ha rischiato di perdere la casa, ma i suoi compaesani gliel'hanno ricomprata. Una bellissima e commovente storia di solidarietà che arriva da Tula, in provincia di Sassari. Tomasino, operaio di 56 anni rimasto senza lavoro, non poteva più pagare il mutuo per l'abitazione che condivideva con la moglie e i due figli. La sua casa rischiava di finire all’asta nel marzo 2019, ma gli abitanti del paese sono corsi in suo aiuto organizzando una raccolta fondi e riuscendo a riacquistare l’immobile.

Muore in terapia intensiva: la famiglia decide di donare gli organi

«È stata una mobilitazione straordinaria»: queste le parole di Gino Satta, sindaco di Tula, tra i primi a muoversi per aiutare l’operaio rimasto disoccupato. «Noi come amministratori abbiamo cercato di sollevare il problema in maniera discreta, ma abbiamo ricevuto una grande risposta da parte dei cittadini e così in pochi mesi si è raggiunta la cifra per salvare la casa di Tomasino». L’asta del tribunale aveva quantificato il valore della casa in 27mila euro.

Il 56enne operaio era rimasto senza lavoro all'improvviso e si era visto sequestrare la casa che era finita all’asta. A marzo 2019 l’uomo si era rivolto ai servizi sociali del comune di Tula. Grazie  al grande cuore dei suoi concittadini e a una raccolta fondi fatta di lotterie, sottoscrizioni e ricavati delle sagre di paese, in pochi mesi l’abitazione è stata riacquistata e donata di nuovo a Tomasino. 

Ultimo aggiornamento: 15:40 © RIPRODUZIONE RISERVATA