Caro bolletta, il Pesce Azzurro chiude anche a Miramare di Rimini: in totale 120 dipendenti messi in cassa integrazione

Caro bolletta, il Pesce Azzurro chiude anche a Miramare di Rimini: in totale 120 dipendenti messi in cassa integrazione
Caro bolletta, il Pesce Azzurro chiude anche a Miramare di Rimini: in totale 120 dipendenti messi in cassa integrazione
2 Minuti di Lettura
Lunedì 17 Ottobre 2022, 19:48

Il Pesce Azzurro chiude anche a Miramare. Lo farà per un mese (weekend inclusi), dal 2 novembre al 2 dicembre, come già avvenuto nelle altre sedi di Fano, Senigallia e Cattolica,  al fine di salvaguardare i conti alle prese con il caro bolletta. Fatali le ultime bollette tra le quali spicca quella da 50mila euro per un solo mese relativa alla struttura "madre" che si trova sul porto di Fano. Complessivamente verranno messi in cassa integrazione 120 dipendenti.

La struttura romagnola

La struttura di Miramare, inauguratoanel 2012, chiuderà temporaneamente per la prima volta per tutto il mese di novembre. «Nella struttura di Rimini – ha spiegato l'imprenditore e gestore Marco Pezzolesi -, siamo passati per il mese di agosto da 6/7 mila euro del passato a 25 mila euro. A Fano è arrivata una maxi bolletta da 50 mila euro per un solo mese. Dove possibile ci stiamo adeguando con nuovi generatori di corrente e pannelli solari. Ma novembre abbiamo scelto di chiudere».

Pannelli fotovoltaici

La catena self service sta valutando l’installazione di pannelli fotovoltaici sulla copertura o negli spazi parcheggio dove è possibile, almeno in due punti ristoro: un investimento da 150mila euro per un impianto fotovoltaico a Fano. Ma tale impianto, alla fine, coprirebbe solo un terzo delle spese. «In ogni caso dotare un paio di ristoranti di questi impianti dalla prossima stagione primavera-estate, diventa una priorità» ha spiegato Pezzolesi. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA