Donna azzannata da branco i cani randagi: i vicini li affrontano con mazze e petardi

Mercoledì 29 Luglio 2020
Donna azzannata da branco i cani randagi: i vicini sparano petardi per allontanarli

Assalita e azzannata nel giardino di casa da una muta di cani randagi, più da un pastore abruzzese di proprietà del vicino, mentre stava svolgendo dei lavoretti. Sono stati attimi di assoluto terrore quelli vissuti ieri mattina, attorno 9.30, da A.D.,V., 68 anni, di Selva di Altino, in provincia di Cheiti, rimasta ferita per i morsi subiti in più parti del corpo: dalla testa al viso, fino a scendere sul torace e gambe. Il branco di cani l’ha assalita all’improvviso mentre la padrona di casa era intenta a svolgere in giardino diverse faccende domestiche.

Le urla della vittima hanno richiamato diversi vicini di casa, tutti residenti su via Ennio Flaiano. La donna era sola al momento della sanguinosa aggressione. Il primo vicino a giungere sul posto ha tentato subito di scacciare malamente i cani, quattro o cinque, percuotendoli con una mazza di ferro, mentre un secondo vicino accorso si è invece messo a sparare alcuni petardi per spaventare i cani. Una volta riusciti a mettere in fuga tutti gli animali, la donna aggredita ha potuto finalmente ricevere i primi soccorsi dai diversi residenti in attesa dell’ambulanza del 118. Le sue condizioni di salute sono serie ma, fortunatamente, non gravi. Per gli accertamenti i carabinieri forestali della stazione di Casoli che stanno ricostruendo le fasi dell’aggressione.

Ultimo aggiornamento: 12:52 © RIPRODUZIONE RISERVATA