Chiude il cane in auto per andare in piscina, l'animale muore tra le braccia della polizia

Per allertare la proprietaria l’altoparlante della piscina era stato segnalato il numero di targa

Chiude il cane in auto per andare in piscina: troppo caldo, lo ritrova morto
Chiude il cane in auto per andare in piscina: troppo caldo, lo ritrova morto
2 Minuti di Lettura
Martedì 28 Giugno 2022, 20:49

Chiude il cane in auto per andare in piscina e lo ritrova morto per il troppo caldo. Il cane era un Rhodesian Ridgeback. Nel veicolo la temperatura raggiunta, con l'effetto serra, era di 50 gradi. E' ieri sera vicino alle piscine Santini di Verona. L'allarme è stato dato da alcuni passanti agli agenti della polizia municipale. La proprietaria, una donna,  verrà denunciata per maltrattamento di animale e conseguente morte.

I vigili hanno rotto il finestrino

I vigili, vedendo l’animale agonizzante, hanno rotto il finestrino con un estintore ed estratto il cane spruzzandogli acqua sul muso per cercare di abbassargli la temperatura corporea, ma ormai era troppo tardi. Pochi istanti dopo, il cane è morto tra le braccia di un agente.

Per allertare la proprietaria, nel frattempo, con l’altoparlante interno alla piscina era stato segnalato il numero di targa dell’auto con l’avviso ai proprietari di recarsi all’ingresso. Poco dopo è spuntata una donna di 30 anni che, rendendosi conto di quello che aveva commesso, è scoppiata in lacrime, risciando di essere picchiata anche da altri avventori che nel frattempo si erano radunati attorno all'animale. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA