Camionista travestito da donna fa sesso
al parco con il partner: derubato e ricattato

Camionista travestito da donna fa sesso al parco con il partner: derubato e ricattato
2 Minuti di Lettura
Martedì 28 Agosto 2018, 12:03 - Ultimo aggiornamento: 15:25

MONTEBELLUNA - Si mette i tacchi a spillo, la minigonna e una folta parrucca rossa, peccato che questo stoni con la sua barba e induca i carabinieri a chiedere spiegazioni. La storia che si scopre porterà poi al deferimento in stato libertà di R.I., cittadino marocchino di 27 anni, per il reato di furto ed estorsione. Ma procediamo con ordine. 

Era l'11 agosto quando all'una di notte un camionista 40enne del Bellunese ha subito il furto della borsa, che conteneva effetti personali, il cellulare e una ventina di euro circa. Il 40enne, al momento del furto, stava consumando un rapporto sessuale vicino al parco Manin di Montebelluna con un giovane marocchino, a rubargli la borsa un altro marocchino. Sono quindi tre i protagonisti della vicenda: il camionista, il partner sessuale e il ladro.

Ebbene, accortosi del furto subito, il camionista è stato calmato dal giovane partner sessuale che ha fatto da intermediario con il ladro. Così l'uomo è riuscito a riavere la borsa, eccetto il cellulare: per ottenere quello il ladro ha preteso 200 euro. La vittima ha acconsentito di cedere al ricatto e si è avviata verso il bancomat in compagnia dell'amante. Ed è qui che sono entrati in gioco i carabinieri. I militari hanno notato la strana coppia: lui, il camionista bellunese, vestito da donna con la famosa borsa, che in realtà era una borsetta da passeggio, e la parrucca, peccato per quella barba che stonava, il ragazzo marocchino di fianco. Fermata, la vittima ha spiegato ai carabinieri cosa fosse accaduto, formalizzando la denuncia per furto ed estorsione. Grazie alla denuncia e al racconto del testimone, i carabinieri sono arrivati a R.I., marocchino 27enne denunciato in stato di libertà.

© RIPRODUZIONE RISERVATA