Cadavere senza testa sull'Appennino forlivese: è di Franco Severi, 55 anni. La pista dell'omicidio

A trovare il corpo un amico della vittima. La testa non è ancora stata rinvenuta

Cadavere senza testa trovato sull'Appennino forlivese: è di Franco Severi, 55 anni. La pista dell'omicidio
Cadavere senza testa trovato sull'Appennino forlivese: è di Franco Severi, 55 anni. La pista dell'omicidio
2 Minuti di Lettura
Giovedì 23 Giugno 2022, 16:35 - Ultimo aggiornamento: 16:38

È stato ritrovato in un dirupo il corpo  di Franco Severi, un agricoltore di 55 anni di Civitella di Romagna. Lo ha trovato l'amico con cui aveva un appuntamento: una macabra scoperta perchè il cadavere era decapitato. Un corpo senza testa, rinvenuto la notte scorsa sull'Appennino forlivese. Franco Severi abitava poco lontano dal luogo del ritrovamento, in un dirupo a Cà Seggio di Civitella di Romagna e ancora non si sa cosa sia potuto accadergli. Al momento, nonostante si sia battuta tutta l'impervia zona, non sarebbe stata ritrovata la testa della vittima.

Cadavere decapitato sull'Appennino

Nessun mezzo agricolo è stato trovato nei pressi del cadavere, per una eventuale ipotesi di un incidente sul lavoro. Ad una prima sommaria ricognizione sul cadavere, la morte risalirebbe a 24-48 ore fa. Ô stata disposta l'autopsia. A fare la macabra scoperta, intorno alle 21.30 di ieri sera, un conoscente, dopo che l'uomo non si era presentato a un appuntamento e non rispondeva al telefono. L'amico, dopo avere inutilmente bussato e chiamato a gran voce, notando dell'erba smossa nei pressi di un vicino profondo dirupo, si sarebbe avvicinato per scoprire, a circa metà della ripida discesa, il corpo senza vita bloccato dai rovi.

L'ipotesi dell'omicidio

Immediatamente ha chiamato i soccorsi e sul posto, oltre al personale sanitario del 118, anche carabinieri, vigili del fuoco e il magistrato di turno per coordinare le indagini. Diverse le ipotesi al vaglio: il corpo dell'agricoltore di 55 anni potrebbe essere stato gettato nel dirupo successivamente alla sua morte, tesi che sarebbe avvalorata dalla mancanza di sangue rappreso accanto al cadavere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA