Caccia russi violano lo spazio aereo della Nato (tra Svezia e Polonia): intercettati dagli Eurofighter italiani

Caccia russi violano lo spazio aereo della Nato (tra Svezia e Polonia): intercettati dagli Eurofighter italiani
Caccia russi violano lo spazio aereo della Nato (tra Svezia e Polonia): intercettati dagli Eurofighter italiani
3 Minuti di Lettura
Mercoledì 5 Ottobre 2022, 18:44

Caccia russi violano lo spazio aereo della Nato (tra Svezia e Polonia): intercettati dagli Eurofighter italiani. Nuovo decollo immediato per gli Eurofighter italiani impegnati in attività di Air Policing in Polonia per intercettare quattro caccia russi che avevano violato lo spazio aereo polacco e svedese prima di essere costretti a rientrare nello spazio aereo di Kaliningrad. Si tratta di un nuovo episodio della guerra nei cieli tra Nato e Russia, con la tensione che resta altissima da quando Mosca ha rilanciato lo spettro di una guerra nucleare e addirittura mondiale se l'Occidente dovesse aiutare ancora l'Ucraina, specialmente dopo l'annessione-farsa delle quattro regioni tramite referendum. 

La nota dell'Aeronautica

In una nota l'Aeronautica militare italiana ha spiegato che i caccia russi sono decollati da Kaliningrad prima di violare lo spazio aereo polacco. Gli aerei di Putin hanno poi attraversato il Mar Baltico verso la Svezia prima di essere «costretti» a tornare alla base.

La Polonia è da tempo un membro dell'alleanza mentre la Svezia solo quest'anno ha firmato i protocolli per aderire, in risposta alla guerra di Putin in Ucraina. Kaliningrad è un pezzo di territorio fortemente militarizzato tagliato fuori dal principale stato russo e circondato da Polonia e Lituania. Ed è spesso al centro delle tensioni tra Putin e la Nato, con Mosca all'inizio di quest'anno che minaccia di schierare armi nucleari nell'enclave. 

Gli episodi delle ultime settimane

Già nei giorni scorsi la Nato aveva lanciato una segnalazione per un aereo russo ai confini con la Polonia. Una presenza che non era stata comunicata e quindi, come da procedura, l'Alleanza ha provveduto a inviare due velivoli per accertare la destinazione e quanto stava accadendo. Schermaglie ad alta quota, una spia del livello di tensione presente nell'area. I caccia italiani sono infatti schierati nella base di Malbork, nella Polonia settentrionale, a poca distanza dall'exclave russa di Kaliningrad. E ancora, nelle scorse settimane, altri Eurofighter italiani erano intervenuti sempre in Polonia per casi simili nella missione di Air policing della Nato, intercettando tre velivoli russi in volo a ridosso del fianco nord-est dell'Alleanza Atlantica. Insomma, non certo una novità in tempi di guerra. Ma un altro segnale di quanto sia alta la soglia di attenzione a livello mondiale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA