Bari, esplosione nella fabbrica dei fuochi
d'artificio: le vittime salgono a otto

Bari, esplosione nella fabbrica dei fuochi d'artificio: le vittime salgono a otto
2 Minuti di Lettura
Sabato 25 Luglio 2015, 22:54 - Ultimo aggiornamento: 26 Luglio, 12:48

BARI - E' salito a otto morti il bilancio dell'esplosione avvenuta nella fabbrica di fuochi d'artificio Bruscella di Modugno.

Abitualmente in fabbrica lavorava una decina di persone. È infatti morto nel reparto di rianimazione del Policlinico di Bari il 20enne di Napoli Riccardo Postiglione, che ieri era rimasto ferito. Postiglione lavorava come programmatore nell'azienda Bruscella e si occupava in particolare dei fuochi musicali.

Ieri, dopo l'esplosione, era stato portato in ospedale in condizione disperate, con gravissime ustioni su quasi tutto il corpo. Altri tre feriti sono attualmente ricoverati negli ospedali di Bari, Brindisi e Napoli. Molto gravi le condizioni di Michele Bruscella, uno dei soci della ditta, in rianimazione e coma farmacologico al Perrino di Brindisi.

L​a fabbrica si trova poco fuori dell'abitato di Modugno, in direzione di Bitritto, ed è in una zona di campagna circondata da un boschetto che ha preso fuoco in seguito all'esplosione. Sul posto, oltre alle squadre dei vigili del fuoco al lavoro da terra, sono arrivati anche due Canadair. Secondo una prima ricostruzione, ad esplodere per primo sarebbe stato un furgone e successivamente la deflagrazione si sarebbe estesa a tutta la fabbrica. Sul posto sono intervenuti carabinieri, vigili del fuoco e personale del 118.

© RIPRODUZIONE RISERVATA