Bambina bocciata in seconda elementare, ricorso al Tar: «La decisione viola la legge»

Bambina bocciata in seconda elementare, ricorso al Tar: «La decisione viola la legge»
Bambina bocciata in seconda elementare, ricorso al Tar: «La decisione viola la legge»
2 Minuti di Lettura
Sabato 16 Luglio 2022, 14:27

I gentitori hanno presentato ricorso al Tar di Bari. La loro figlia è stata bocciata in seconda elementare: una rarità, visto che alle elementari la promozione è per tutti praticamente assodata. La storia arriva dalla Puglia e risale ormai a qualche giorno fa - come racconta Il Corriere del Mezzogiorno -, al 17 giugno e al consiglio dei docenti con cui la piccola è stata bocciata dopo aver frequentato la seconda elementare. I genitori si sono rivolti allo studio legale di Giacomo e Roberta Valla, spiegando che non si sarebbero mai aspettati questa decisione: insomma, a dir loro, non vi era stato alcun segnale che avrebbe potuto far presagire un epilogo dell'anno così pesante.

«Bocciuatura illegale»

Livelli di competenza inadeguati? La risposta: bocciatura illegale. Secondo i docenti la bimba non avrebbe raggiunto i livelli di competenza adeguata e avrebbe avuto dei problemi nel rapportarsi con i compagni di classe, partecipando alle lezioni soltanto se "sollecitata". A gennaio, per altro, la scuola aveva suggerito ai genitori di affiancare un insegnante per il pomeriggio e così è stato fatto. Il giudizio, dicono, è diverso tra chi vive la bambina nel pomeriggio e chi in mattinata. Adesso però deciderà il Tar. Secondo i legali della famiglia la bocciatura «viola la disposizione di legge sotto molteplici profili».

© RIPRODUZIONE RISERVATA