Avviso di garanzia a Conte e sei ministri per l'emergenza Covid. Ma per i pm sono «accuse infondate»

Giovedì 13 Agosto 2020
Avviso di garanzia a Conte e sei ministri per l'emergenza Covid. Ma per i pm sono «accuse infondate»

Il premier Giuseppe Conte e vari ministri del Governo hanno ricevuto un avviso di garanzia dopo varie denunce provenienti da varie parti d'Italia, che riguardano la gestione dell'emergenza Covid. La trasmissione da parte della Procura - si legge in una nota di Palazzo Chigi che ne ha dato annuncio - in base alle previsioni di legge, è un atto dovuto: nel caso specifico tale trasmissione è stata accompagnata da una relazione nella quale l'Ufficio della Procura «ritiene le notizie di testo infondate e dunque da archiviare». 

Leggi anche > Nuovo lockdown in vista? Il coordinatore del Cts: «Se i numeri crescono, sarà inevitabile»

«Il presidente del Consiglio e i ministri si dichiarano sin d'ora disponibili a fornire ai Magistrati ogni elemento utile a completare l'iter procedimentale, in uno spirito di massima collaborazione», si legge in una nota della presidenza del Consiglio. Conte e i Ministri Bonafede, Di Maio, Gualtieri, Guerini, Lamorgese e Speranza hanno ricevuto la notifica riguardante un avviso ex art. 6, comma 2, legge cost. n. 1/1989 da parte della Procura della Repubblica presso il Tribunale di Roma. L'avviso riguarda la trasmissione al Collegio di cui all'art. 7 della citata legge cost. n. 1/1989 degli atti di un procedimento penale iscritto per i delitti di cui agli artt. 110, 438, 452 e 589, 323, 283, 294 c.p., che origina da varie denunce da parte di soggetti terzi provenienti da varie parti d'Italia.

 

Ultimo aggiornamento: 12:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA
Potrebbe interessarti anche
caricamento