Con l'Audi A8 della ex accumula
per vendetta 15.000 euro di multe

Con l'Audi A8 della ex
accumula per vendetta
15.000 euro di multe
SAN MARTINO DI LUPARI - La relazione affettiva decennale interrotta. Al termine della quale lui si tiene la berlina di proprietà di lei, che lo denuncia per appropriazione indebita. Nel frattempo l'ex con la vettura, accumula una serie di sanzioni per un importo di 15 mila euro. che dovranno essere saldate dalla ex che successivamente potrà rivalersi su di lui. E per fortuna che il protagonista è stato fermato casualmente per un controllo della Polizia locale che ha fatto emergere la paradossale situazione. Non fosse stato così, chissà che cifra si sarebbe raggiunta per le contravvenzioni.

La vicenda vede protagonista una coppia di San Martino di Lupari. Lei, una quarantanovenne, è originaria della cittadina, lui S.P, quarantuno anni, è di origini lombarde e convive nell'abitazione della donna. Un rapporto affettivo che dopo dieci anni non funziona più. L'amore, l'affetto, le gentilezze, le attenzioni si trasformano in vendetta. Tremenda vendetta. Lui se ne va con l'Audi A8 intestata all'ex fidanzata. Siamo a fine dicembre dell'anno scorso. Non ne vuole sapere di restituire la potente vettura alla legittima proprietaria.

A vuoto ogni tentativo e lui è introvabile. La donna comincia a ricevere notifiche di sanzioni. Prevalentemente al Codice della strada come eccessi di velocità e divieti di sosta, ma anche di mancati pagamenti di pedaggi autostradali. Comincia a saldarne alcune, ma capisce che non si tratta di eccezioni. In effetti l'ex, sapendo che non è lui l'intestatario dell'auto, guida in modo assolutamente spavaldo, conscio che ogni contestazione arriva alla sua ex. Sorride sornione finchè, nei giorni scorsi, davanti a lui, ecco la paletta di una pattuglia della Polizia locale di Brescia, che a Ospedaletto lo ferma per un controllo di routine.

Dalla verifica risultano le numerose sanzioni non saldate in capo alla proprietaria della vettura. Vettura sulla quale è stato emesso un provvedimento di fermo amministrativo. Inoltre gli agenti accertano che il conducente aveva la patente ritirata, quella esibita è contraffatta e S.P. ha dichiarato altre generalità. Sequestrano l'auto e avvisano la proprietaria che può, finalmente, dopo quasi 7 mesi, riaverla e soprattutto bloccare le allegre scorribande. Lei in questi giorni aveva denunciato l'ex ai carabinieri della stazione di San Martino di Lupari per appropriazione indebita. Si aggiungono anche le denunce per guida senza patente, sostituzione di persona, falsa attestazione d'idendità a pubblico ufficiale e falso documentale. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Mercoledì 18 Luglio 2018, 18:59 - Ultimo aggiornamento: 18-07-2018 19:24

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO


PER POTER INVIARE UN COMMENTO DEVI ESSERE REGISTRATO

Se sei già registrato inserisci username e password oppure registrati ora.



Se non ricordi lo Username o la Password clicca qui

0 di 0 commenti presenti