Trombosi dopo il vaccino AstraZeneca: donna di 35 anni ricoverata grave. Primo caso in Italia

Mercoledì 24 Marzo 2021
AstraZeneca, trombosi dopo il vaccino a Latina: donna di 35 anni ricoverata in gravi condizioni

LATINA - E' stata ricoverata per una trombosi dopo una settimana dalla somministrazione del vaccino. Il caso riguarda una donna di 35 anni di Latina, che aveva ricevuto la prima dose del siero AstraZeneca alcuni giorni fa. Ora si trova in prognosi riservata, ricoverata nel reparto di Medicina d'Urgenza, al secondo piano del Santa Maria Goretti, nel reparto diretto dal dottor Massimo Aiuti.

La giovane donna ha ricevuto la prima dose del vaccino perché appartiene ad una categoria sanitaria.

 

LEGGI ANCHE;

Vaccino AstraZeneca, ok dell'Aifa anche per gli over 55. «Ma con soggetti a rischio usare Pfizer o Moderna»

 

«Le condizioni sono molto serie - spiega il medico - In Italia si tratta del primo caso simile, ce ne sono forse una decina in Europa». Massimo riserbo sulla situazione, che è attentamente analizzata dall'équipe multidisciplinare dell'ospedale di Latina. Sul caso è partita una segnalazione all'Aifa. Secondo le prime informazioni la donna aveva accusato prima sintomi lievi, in particolare cefalea, e dopo circa sette giorni si è aggravata fino a rendere necessario il ricovero in ospedale dove le sue condizioni sono peggiorate e le è stata diagnosticata una trombosi cerebrale. 

Secondo quanto si apprende la giovane professionista non aveva patologie pregresse ed il caso viene considerato simile esclusivamente ad alcuni casi che si sono verificati in Europa. Le condizioni della donna vengono considerate estremamente serie.

 

 

 

Ultimo aggiornamento: 17:52 © RIPRODUZIONE RISERVATA