Inveisce contro l'automobilista che rischia di investirlo: dalla macchina scende un romeno che lo riempie di botte

Venerdì 20 Agosto 2021
Automobilista picchiato

TRIESTE - Nei giorni scorsi i Carabinieri di Trieste hanno eseguito un'ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa nei confronti di un cittadino rumeno di 22 anni, residente a Trieste, indagato per i reati di lesioni gravi, percosse e minacce ai danni di altro giovane, triestino. L'arrestato sarebbe responsabile, secondo le indagini del Nucleo Operativo e Radiomobile della Compagnia di via Hermet, del pestaggio avvenuto lo scorso 30 luglio in via del Lazzaretto Vecchio ai danni del giovane. La vittima era con alcuni amici, dopo aver trascorso la serata nella movida triestina, quando una Fiat Punto ha quasi investito il gruppo, procedendo a forte velocità. Dopo le proteste dei giovani, l'auto, condotta dal cittadino rumeno e con a bordo un suo amico e due ragazze, si è fermata a un incrocio e i due ragazzi si sono scagliati contro il gruppetto; il giovane triestino era stato colpito con pugni alle spalle e al capo mentre cercava di difendere uno dei suoi amici, cadendo al suolo privo di sensi, mentre i due aggressori si avventavano contro un altro giovane del gruppetto, strappandogli dalle mani il telefonino col quale stava riprendendo la scena, danneggiandolo, per poi allontanarsi di fretta con l'auto. Alla vittima, portata con l'autoambulanza all'ospedale di Cattinara, sono state diagnosticate emorragia cerebrale e fratture. Sulla base delle indagini, l'autorità giudiziaria ha emesso l'ordinanza di custodia cautelare in carcere e il 22enne è stato arrestato e chiuso nel carcere di via Coroneo. Sono state invece denunciate le altre tre persone che erano a bordo dell'auto. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA