Architetto trovato morto: ricostruite
le ultime ore ma il giallo rimane

Lunedì 23 Ottobre 2017
Architetto trovato morto, "grossa ferita alla testa": giallo a Sarzana, ricostruite le ultime ore

SARZANA - Una stampa o un poster, forse antichi: è quello che secondo le ricostruzioni degli inquirenti stava cercando Giuseppe Stefano Di Negro, l'architetto 50enne trovato morto con una grossa ferita alla testa ieri sera in una zona isolata e periferica di Sarzana, comune della provincia della Spezia. Per questo l'uomo si sarebbe recato a casa dei genitori nella prima serata di ieri anche se al momento non è chiaro se l'elemento sia o meno legato agli eventi successivi.



Continuano le indagini a tutto campo da parte della squadra mobile della Spezia che sta cercando di ricostruire le ultime ore di vita dell'uomo, professionista affermato e conosciuto in tutta la zona, fino alla Lunigiana. Da chiarire anche se la stampa sia stata trovata o meno da Di Negro prima di uscire dall'abitazione dei genitori: dalle ricostruzioni l'uomo sarebbe salito in macchina intorno alle 20.30 per fare ritorno a casa sua.



Un'ora dopo la chiamata al 118 da parte di due ragazzi che, di passaggio in via Aldo Moro - località isolata e fuori dal tragitto normale che il 50enne avrebbe dovuto percorrere per tornare alla sua abitazione, hanno notato l'auto ferma sul ciglio della strada e a pochi metri il corpo dell'architetto.



Sul posto i sanitari che non hanno potuto fare altro che constatare il decesso. In queste ore le forze dell'ordine hanno sentito familiari e amici: formalmente non ci sono indagati e per il momento gli inquirenti sembrano escludere da eventuali responsabilità gli appartenenti alla cerchia più stretta delle conoscenze dell'uomo. Domani in mattinata intanto si terrà l'autopsia sul corpo di Di Negro, che verrà effettuata dalla dottoressa Gamba. 

Ultimo aggiornamento: 10:48 © RIPRODUZIONE RISERVATA