Anna, l'aiuto cuoco scomparsa dall'hotel in cui lavora: prelevato il Dna da uno spazzolino

Anna, l'aiuto cuoco scomparsa dall'hotel in cui lavora: prelevato il Dna da uno spazzolino
2 Minuti di Lettura
Giovedì 28 Aprile 2022, 15:39

Il profilo del Dna di Anna, l'aiuto cuoco scomparsa il 18 aprile scorso da un albergo di Valtournenche, sarà estrapolato da uno spazzolino da denti della donna e inserito nella banca dati del Dna in cui confluiscono i dati dei reperti biologici delle persone scomparse, dei cadaveri non identificati e dei resti non identificati.

I carabinieri hanno prelevato il reperto nell'alloggio dell'hotel dove, negli ultimi tempi, la donna polacca di 46 anni residente a Brescia lavorava e abitava con il compagno Giorgio, cuoco, che ha denunciato il suo allontanamento.

Il 24 aprile l'uomo ha denunciato la sua scomparsa ai carabinieri della stazione di Cervinia: al momento per i militari si tratta di un allontanamento volontario e sono in corso le indagini del caso. La scomparsa della donna è stata segnalata anche alla trasmissione 'Chi l'ha visto?'. L'uomo ha riferito che Anna la mattina del 18 aprile si è allontanata dal loro appartamento in hotel. Da allora non è più rientrata e non ha dato sue notizie. Con sé ha il cellulare, che risulta spento, e la carta d'identità. Il compagno - si legge sul sito web della trasmissione di Rai3 - teme che possa trovarsi in difficoltà.

© RIPRODUZIONE RISERVATA