Drogata e stuprata in overdose, poi uccisa.
Il killer: "L'ho distrutta per passare il tempo"

Drogata e stuprata mentre
era in overdose, poi uccisa 
"per passare il tempo"
La droga e abusa sessualmente di lei mentre è in overdose. Alyssa Mae Noceda, studentessa della Mariner High School, 18 anni, è stata brutalmente ammazzata da Brian Roberto Varela, un 19enne di Lynnwood, nello Stato di Washington.



Il giovane l'ha prima drogata, poi ha abusato di lei mentre era in overdose, solo dopo si è reso conto che era morta e ha nascosto il cadavere vantandosi con gli amici per l'accaduto. La ragazza aveva da poco lasciato il suo fidanzato quando ha incontrato il 19enne a una festa, il giovane l'ha invitata a seguirla in casa dove le ha somministrato una serie di droghe mandandola in overdose. Il giovane avrebbe anche filmato la violenza confessando ai suoi amici di non essere nemmeno sicuro che quanso ha abusato di lei Alyssa fosse ancora viva.

«Volevo portarla in ospedale ma ero troppo stanco e volevo dormire», ha raccontato, «La sto distruggendo per passare il tempo». Quando la mattina dopo si è reso conto che la ragazza era morta, come riporta anche la stampa locale, il 19enne le ha spezzato le gambe e l'ha infilata in un bidone di plastica, riservandosi in seguito di riempirlo di cipolle e seppellirlo. Ad allertare la polizia sono stati proprio i compagni con cui si è vantato del suo operato.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Domenica 11 Febbraio 2018, 15:42 - Ultimo aggiornamento: 11-02-2018 18:30

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO