Agente di commercio sommerso
da debiti: sms all'amico e s'impicca

Agente di commercio
sommerso da debiti: sms
all'amico e si impicca
di Paola Treppo
UDINE - Tragedia in un paese della Bassa Friulana dove un agente di commercio caduto nel tunnel della depressione per problemi economici e affari andati male si è suicidato impiccandosi in all'interno di una vecchia caserma dell'esercito ormai in disuso da molto tempo.

Aveva 59 anni e prima di togliersi la vita ha mandato un messaggio WhatsApp a un amico dicendogli: «Io non ce la faccio più, la faccio finita» dando precise indicazioni sul luogo in cui poi ha messo in atto i suoi intenti: «Mi troverete qui». L'amico ha chiamato subito aiuto e ha dato tutte le indicazioni alle forze dell'ordine e ai sanitari in modo tale che potessero raggiungere il 59enne in tempi brevissimi, per cercare di salvarlo.

La macchina dei soccorsi è scattata immediatamente e i mezzi sono partiti dalle centrali a sirene spiegate. Ma non c'è stato nulla da fare: l'agente di commercio è stato trovato proprio nel luogo che aveva indicato all'amico nel suo ultimo disperato messaggio. Si era impiccato, come aveva detto. Non c'è stato altro da fare se non decretare il decesso. La salma dell'uomo, un friulano molto stimato che viveva nella Bassa Friulana (Udine), è stata rinvenuta oggi, giovedì 11 gennaio, intorno alle 13. 
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Gioved├Č 11 Gennaio 2018, 17:19 - Ultimo aggiornamento: 11-01-2018 18:16

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO