Il treno passa in anticipo
e lascia i pendolari a piedi

Il treno passa in anticipo e lascia i pendolari a piedi
2 Minuti di Lettura
Lunedì 11 Marzo 2019, 10:58 - Ultimo aggiornamento: 13:40

ADRIA - Ferrovia Adria-Mestre, continuano i disagi anche con i nuovi orari, con treni che passano prima del previsto e passeggeri che restano a terra. Delle difficoltà si fa interprete il Comitato pendolari, attraverso il suo presidente Emanuele Sarto: «Venerdì mentre a Piove di Sacco attendevo il treno delle 7.37 che, arrivando da Adria, prosegue per Mestre e Venezia, è arrivato un cittadino di Campolongo, che aveva perso il treno precedente che era transitato in anticipo, non ricevendo da parte degli addetti nessuna spiegazione». Sarto sottolinea che «non è il primo caso, perchè il 25 e 26 febbraio decine di studenti diretti ad Adria dal Piovese, hanno avuto la stessa disavventura».

 
REGISTRO DEI TEMPI
Per questo motivo il Comitato ha richiesto il registro dei tempi di approccio stazioni, con la traduzione leggibile del tracciato, per verificare il rispetto degli orari in anticipo, oltre che gli innumerevoli ritardi. Oltre a questo, il direttivo, molto preoccupato per lo stato del servizio della tratta, si è rivolto al presidente della Seconda commissione del Consiglio regionale del Veneto Francesco Calzavara, chiedendo «uno stralcio del verbale dell'incontro del 21 febbraio scorso, durante il quale è stato sentito l'assessore regionale ai Trasporti Elisa De Berti e auspichiamo anche di essere convocati dalla Commissione stessa, per portare il punto di vista degli utenti della tratta». Intanto domenica 17 non circoleranno i treni dalle 9.30 alle 17.30, tra le stazioni di Piove e Porta Ovest, per urgenti lavori: sono previste corse di autobus sostitutivi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA