Due ragazze di 15 anni drogate e stuprate nel parco da 4 uomini conosciuti su Snapchat

Lunedì 1 Febbraio 2021
Due ragazze di 15 anni drogate e stuprate nel parco da 4 uomini conosciuti su Snapchat

In Australia quattro uomini sono stati accusati di aver drogato e abusato sessualmente di due ragazze di 15 anni presso il Calamvale District Park, a sud di Brisbane. Uno degli uomini, che deve ora affrontare 40 capi d'accusa, comprese 16 accuse di stupro, lunedì ha presentato domanda di libertà su cauzione presso la Corte dei magistrati di Brisbane. Secondo la polizia le ragazze sarebbero entrate in contatto con uno degli uomini accusati delle violenze tramite il social network Snapchat.

 

 

 

Il 28 dicembre scorso, stando ai rapporti delle autorità, nel parco cittadino le ragazze sono state dapprima adescate con alcol e droghe e poi violentate e minacciate con una bottiglia di vetro rotta. L'agente locale Min Hu ha detto in tribunale: «Erano consapevoli della loro età. Le hanno sedotte con alcol e droghe e le hanno violentate». Aggiungendo che ogni presunto stupro sarebbe durato «dai 10 ai 15 minuti». Snr Constable Hu ha continuato dicendo che il ragazzo di 19 anni avrebbe mostrato successivamente segni di pentimento, dicendo ad una delle vittime «scusa se ti abbiamo fatto del male». 

L'avvocato difensore del 19enne, Bianca Van Heerden, ha ammesso che il suo cliente si trovava nel parco quella notte, ma ha negato tutte le accuse. «Le accuse sono state uno shock assoluto e lui le contesterà con forza», ha riferito al The Courier-Mail.

 

 

L'avvocato Van Heerden ha detto che il suo cliente portava con sé della cannabis ma esclusivamente per il suo "uso personale" e dell'alcol, poi "condiviso" con il resto del gruppo dei presenti. Ma il ragazzo ha affermato di non sapere che le due adolescenti fossero minorenni.

«Il mio cliente è stato portato a credere che le ragazze fossero più grandi ... solo a seguito dell'accusa ha saputo che le due avevano effettivamente 15 anni», ha detto alla corte, riportato poi da ABC. Secondo alcune dichiarazioni rilasciate in aula, le presunte aggressioni sessuali sarebbero addirittura state filmate dagli uomini, ma su tali video deve ancora essere fatta chiarezza.

 

Il commissario della polizia del Queensland, Katarina Carroll, ha affermato che probabilmente nei prossimi giorni verranno accusate altre persone. «Questo è un incidente assolutamente disgustoso, e qualcosa con cui quelle ragazze dovranno convivere per il resto della loro vita», ha dichiarato l'uomo a 9News.

Anche altri tre uomini, di età compresa tra i 19 ei 22 anni, sono stati accusati di circa 40 reati ciascuno. Uno è comparso in tribunale sabato e gli altri due dovevano comparire lunedì alla Richlands Magistrates Court. Le accuse includono stupro, trattamento indecente di un minore sotto i 16 anni e aggressione con l'intento di commettere uno stupro.

© RIPRODUZIONE RISERVATA