A Roccafluvione arriva
il masterchef Michele Bendini

Venerdì 6 Dicembre 2013
A Roccafluvione arriva il masterchef Michele Bendini
ROCCAFLUVIONE – Il tartufo visto da Michele Bendini. Il protagonista dell'ultima serie di MasterChef Italia, 34 anni, originario di Citt di Castello, sabato 7 dicembre sar al Palatruffle di Roccafluvione (ore 16.30) dove in corso Truffle & Co, il Festival del tartufo nero pregiato organizzato dal Consorzio Elabora. Il personaggio del momento, che grazie al talent show di Sky si è fatto conoscere per le sue abili doti culinarie anche se la sua professione sia un'altra, quella del veterinario, si esibirà in uno show cooking. Giornata ricca: RistoTruffle aperto a pranzo (da mezzogiorno) e a cena (dalle 18), con menù a base di tartufo nero pregiato. In mostra i prodotti tipici del territorio. E alle 20.30 intrattenimento musicale con Andrea Olori (tromba), Giulio Spinozzi (tromba), Cristiano Sanguedolce (trombone), Sergio Capoferri (corno), Berardo Piccioni (basso tuba) e Francesco Romanelli (batteria). C’è attesa soprattutto per lo show cooking di Bendini.



Michele Bendini, cosa vedremo sotto il tendone del Palatruffle?

“La preparazione di un menù completo. Avrò due ore a mia disposizione durante le quali creerò antipasto, primo, secondo e, se ci sarà del tempo a disposizione, anche un dolce. Saranno ricette semplici che si potranno ripetere anche a casa e che ho voluto legare al Natale visto che ci avviciniamo al periodo”.

Qualche anticipazione sui piatti?

“Ci sarà un ovetto incamiciato insaporito con una crema di tartufo, dei ravioli che avranno sempre un ripieno di tartufo abbinati a una salsa a tema”.

E di natalizio?

“Preparerò un mio piatto tipico, che si consuma nella mia terra, l’Umbria, e che sono i colli di galantina. In pratica una base di pollo con pistacchi e tartufo. Utilizzerò prodotti locali del territorio piceno che mi ospita”.

E' la prima volta che viene nelle Marche?

“Essendo vicino a dove vivo, Città di Castello, vengo nelle Marche spesso soprattutto per il mare. Sono un frequentatore di Fano. Ma è la prima volta che verrò a Roccafluvione e sono curioso di scoprire questo paese”.

Cosa pensa delle Marche?

“E’ una regione che è cresciuta molto, più dell'Umbria. Entrambe sono un po' come la Toscana, che però si è mossa prima. Infatti i toscani sono stati sotto Lorenzo dei Medici e non sotto uno Stato pontificio come noi, quindi hanno avuto uno sviluppo più rapido. Ma adesso ci stiamo riprendendo. Gli umbri e i marchigiani sono fatti un po' nella stessa maniera, abbiamo le teste un po' chiuse, dovremmo aprirci maggiormente”.

Lei usa il tartufo in cucina?

“Mi piace molto, sono un dipendente del tartufo, lo mangerei sempre. Vengo da una terra tartuficola e apprezzo questo prodotto”.

Ha una sua ricetta particolare?

“Amo cucinarlo senza alterarlo. Cerco di lavorarlo il meno possibile perché il tartufo è buono nella sua semplicità, ne senti maggiormente il gusto e lo apprezzi di più”.

Il programma MasterChef lo ha reso popolare, lo rivedremo su Sky?

“Per ora no. Tra una settimana andrà in onda la terza edizione del programma con altri partecipanti e io non ci sarò. Ma ho un progetto in corso che mi riporterà in televisione e non solo per parlare di cucina. Mi rivedrete presto”.



L’attore Sebastiano Somma ospite d’onore dell’asta del tartufo nero pregiato

Sebastiano Somma sarà l’ospite d’onore dell’asta del tartufo nero pregiato, in programma domenica 8 dicembre quale evento di chiusura di Truffle & Co, il Festival organizzato dal Consorzio Elabora. Il popolare attore, che conosce bene il Piceno per aver girato film e fiction ad Ascoli, sarà al PalaTruffle dal primo pomeriggio e qui incontrerà pubblico e ospiti della kermesse. “Sono molto legato al sud delle Marche, ho parecchi amici tra Ascoli e San Benedetto del Tronto – dice Sebastiano Somma –. Quando posso, torno sempre con piacere. Per tale motivo ho accettato senza esitazioni l’invito”. “Truffle & Co si avvia a celebrare le giornate clou – sottolinea Patrizia Di Luigi, presidente di Elabora –. Avere Sebastiano Somma tra gli ospiti significa dare un tocco fashion alla rassegna”. L’asta del tartufo avrà in diretta streaming buyer dall’America al Giappone. Non ci sarà, invece, Gioacchino Bonsignore, chiamato per impegni di lavoro con Mediaset a un viaggio non programmato in Cina. Domenica il PalaTruffle sarà aperto da mezzogiorno a mezzanotte: chef di prestigio serviranno il tartufo nero pregiato a pranzo e a cena.



E Steven Spieberg sceglie il magico tuburo

Un tartufo speciale quello di Roccafluvione, da Oscar visto che piace anche al regista e sceneggiatore statunitense Steven Spielberg. L'autore del film Schindler's List ordina due volte all'anno all'azienda Trivelli Tartufi che glielo fa recapitare a Londra. Tra i clienti anche ristoranti di New York e Beverly Hills. La notizia è stata diffusa durante l'educational rivolto a tour operator e giornalisti nell'ambito della rassegna Truffle & Co, il primo Festival del tartufo nero pregiato – organizzato dal Consorzio Elabora – che si concluderà domenica. Il gruppo ha fatto visita propria all'azienda Trivelli, presente sul territorio dal 1986. Quindici dipendenti, esportazioni in tutto il mondo e un commercio che tradotto in peso del prodotto raggiunge varie tonnellate annue. Tre le qualità trattate: il tartufo bianco, il nero pregiato e il nero scorzone estivo qualità invernale. “La crisi si fa sentire anche in questo settore – ha detto Stefania Sciamanna, titolare dell'azienda – ma per fortuna esportiamo un po' in tutto il mondo: Ucraina, Russia, Europa, Giappone, Canada, Stati Uniti, Australia e quest'anno anche in Cina”. Nell'azienda il tartufo arriva come raccolto, dai proprietari delle varie tartufaie presenti nella zona e direttamente dai terreni in mano alla Trivelli. Il prezioso tubero viene poi passato allo stoccaggio, lo si spazzola accuratamente per togliere il terriccio che lo copre, va alla pesatura e al confezionamento. Confezionamento che può essere nella sua forma naturale, se andrà consumato in pochi giorni, o sottovuoto se dovrà conservarsi per più a lungo. “Anche se è stato detto che per il nero sarà una stagione copiosa – ha aggiunto la Sciamanna – ancora lo dobbiamo testare. Non se ne trova ancora molto, ma la ricerca è appena iniziata “. Il nero pregiato si può raccogliere fino al 15 marzo. A far pensare a una buona annata sono state le abbondanti piogge che ci sono state questa estate e perdurate fino all'autunno. Il tartufo dell'azienda di Roccafluvione finisce sulle tavole dei più importanti ristoranti presenti nel mondo. Tra la clientela ci sono il ristorante Il Pastaio di Beverly Hills, in California, meta di molti attori e il ristorante Le Cirque di New York. Ordini vengono fatti anche dalle star, in privato. E' il caso del regista Steven Spielberg, vincitore di due premi Oscar. “Abbiamo un amico in comune – ha rivelato Sciamanna – che ha fatto da tramite e ora Spielberg è nostro affezionato cliente”. Ultimo aggiornamento: 26 Gennaio, 16:16 © RIPRODUZIONE RISERVATA