Ruba lo scooter ma cade e il tonfo sveglia i proprietari: arrestato il ladro goffo

Venerdì 21 Febbraio 2020
Spinetoli, ruba lo scooter ma cade e il tonfo sveglia i proprietari: arrestato il ladro goffo

SPINETOLI - La notte brava di un giovane russo, da qualche anno adottato da una famiglia italiana, si è conclusa nel peggiore dei modi: è stato arrestato dai carabinieri essendosi reso protagonista di un tentativo di furto di uno scooter
Ieri mattina il giovane è stato giudicato con il rito direttissimo dal giudice Matteo Di Battista il quale, dopo aver convalidato il suo arresto, gli ha imposto l’obbligo di dimora nel paese in cui risiede con la famiglia durante le ore notturne.

LEGGI ANCHE:
«Stavo con lui solo per avere cocaina. Più volte mi sono sentita violentata»

Usa lo scooter senza targa, fugge dalla polizia ma cade: «Non volevo farmi multare»

L’azione delinquenziale si è verificata a Spinetoli. Il ragazzo si trovava in compagnia di un amico. Dopo aver raggiunto il luogo dove si trovava ubicata una villetta isolata, ha scavalcato il cancello d’ingresso. Poco distante dall’abitazione il proprietario aveva lasciato parcheggiato il suo scooter con le chiavi inserite nella toppa dell’accensione. Dopo aver messo in moto lo scooter si è diretto verso il cancello. Ma, siccome lo scivolo è in forte pendenza, a metà salita il motore del mezzo si è spento. Il giovane russo è quindi caduto a terra. Da chiarire il modo in cui avrebbe potuto superare, lui ed il suo mezzo, il cancello chiuso. Il tonfo è stato talmente rumoroso da svegliare i proprietari della villetta che stavano dormendo. Telefonicamente è stato chiesto l’intervento di una pattuglia dei carabinieri. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA