Ubriaco sbatte con la bici
e dà in escandescenza

Ubriaco sbatte con la bici
e dà in escandescenza
e insulta pure i soccorritori
SAN BENEDETTO -  Con la bici elettrica contro un’auto. E il ciclista ubriaco fradicio. E’ l’anomalo incidente che si è verificato nel tardo pomeriggio di giovedì a Porto d’Ascoli, all’altezza dell’intersezione tra via Volterra e via Torino. Protagonista un romeno residente a Martinsicuro di 38 anni che procedeva in sella ad una bici elettrica e che, a un certo punto, è finito contro un’auto condotta da un uomo originario del Fermano. Un incidente di quelli che, purtroppo, possono capitare se non fosse per il fatto che il ciclista, evidentemente annebbiato dai fumi dell’alcol a cominciato a dirne e a farne di tutti i colori. 

Se l’è presa un po’ con tutti e, i vigili urbani di San Benedetto giunti sul posto per effettuare i rilievi, sono stati costretti ad allertare il 118 considerate le condizioni del ciclista che, tra l’altro, aveva anche riportato delle contusioni nello scontro. Così è arrivata l’ambulanza ma è stato necessario sudare le proverbiali sette camicie per convincere il trentottenne a salire a bordo e a farsi accompagnare in ospedale. Nel frattempo anche gli agenti si sono dovuti sorbire una buona dose di insulti e minacce nemmeno tanto velate. Una volta giunto al Madonna del Soccorso lo show è continuato. Innanzitutto è stato certificato che l’uomo aveva un livello di alcol nel sangue di oltre quattro volte superiore al limite consentito, ma poi è stato necessario allertare la vigilanza privata in servizio nel nosocomio perché l’uomo ha iniziato nuovamente a dare in escandescenze. Insomma una serata movimentata sia in strada che al Madonna del Soccorso. Il romeno, alla fine, si è calmato e dopo qualche ora ha smaltito la sbornia e si è finalmente reso conto del caos che era riuscito a combinare dal momento dell’incidente, sulla cui dinamica sono al lavoro gli agenti della polizia locale, fino all’arrivo in ospedale.
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Sabato 20 Aprile 2019, 07:10 - Ultimo aggiornamento: 20-04-2019 07:10

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO