Gli investimenti prendono il largo: si comincia con la riqualificazione della darsena turistica

Giovedì 25 Novembre 2021 di Alessandra Clementi
Gli investimenti prendono il largo: si comincia con la riqualificazione della darsena turistica

SAN BENEDETTO -  Inizieranno la prossima estate i lavori per la riqualificazione della darsena turistica. Progetto preliminare che è andato al vaglio della giunta comunale nella sua ultima seduta assieme ai lavori per l’adeguamento sismico presso la scuola Caselli di via Moretti. 

 


Si tratta di interventi sull’asfalto, gli impianti elettrici e il potenziamento dell’illuminazione nella zona che va da piazza Mar del Plata fino ai cantieri. Lavori che saranno sostenuti dai fondi messi a disposizione dalla Regione per il 2022. Un intervento da 148.540 euro. Per quanto riguarda l’operazione davanti ai cantieri navali rientra nel piano portuale approvato nel 2014. Nei mesi scorsi, sempre su quest’area e quindi sul piazzale Mar del Plata era stata effettuata l’operazione dell’asfaltatura del parcheggio attiguo alla darsena. In questo modo termina la fase dell’intervento volto a riqualificare l’area finanziata per 212.200 euro con fondi regionali stanziati nel 2018 per le darsene turistiche e concessi nel 2019 sul progetto realizzato dal settore lavori pubblici del Comune di concerto con l’Autorità di Sistema Portuale del Mare Adriatico Centrale. In precedenza erano state collocate e attivate quattro torri faro di design moderno con corpi illuminanti a led di ultima generazione.

L’intervento si inserisce nelle previsioni del Piano regolatore portuale di completamento e urbanizzazione dell’area operativa dei cantieri della zona sud finanziati dall’Autorità di Sistema Portuale per un totale di circa 280mila euro nell’ambito di un protocollo di intesa stipulato tra Comune e Autorità nel 2018. Anche la scuola Caselli, che insiste su via Gino Moretti, presto avrà il suo cantiere. Lavori che dovrebbero iniziare il prossimo anno, ma già nella seduta di giunta di martedì scorso è andato al vaglio il progetto preliminare che prevede l’adeguamento sismico dell’intero edificio. Si tratta di un intervento da 1,3 milioni di euro, quindi importante sia per le casse del Comune che come rilevanza strutturale per l’edificio scolastico.

Cifra coperta per l’80% dal fondo ministeriale mentre per il restante 20% dovrà pensarci il Comune. Solo una volta approvato il preliminare e il definitivo si andrà a disporre la gestione del cantiere e decidere se si dovrà procedere con il trasferimento delle classi e quindi degli studenti in un altro istituto, come sta avvenendo per il plesso di via Ferri dove i ragazzi da mesi fanno lezione presso la media Sacconi e che torneranno nell’istituto di competenza alla ripresa del prossimo anno scolastico. 


Lo scorso anno sempre alla Caselli vennero realizzati lavori per l’efficientamento energetico dell’importo complessivo di 130mila euro, migliorando l’efficienza energetica, con infissi e vetri termici a bassa trasmittanza di ultima generazione. «Sono due interventi che saranno inseriti nel prossimo piano triennale – spiega il vice sindaco Tonino Capriotti – e che ci permettono di riqualificare un’area strategica come quella della darsena e di mettere a norma la scuola Moretti».

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA