Tiziano Campanelli si è spento a 80 anni, la città in lutto per l'imprenditore gentiluomo

Mercoledì 23 Settembre 2020 di Stefania Serino
San Benedetto, Tiziano Campanelli si è spento a 80 anni, la città in lutto per l'imprenditore gentiluomo

SAN BENEDETTO - Un imprenditore gentiluomo ma prima di tutto un padre e un nonno amorevole. San Benedetto dice addio ad una delle figure di maggior spicco che ha scritto una pagina di storia nella Riviera delle Palme. 

LEGGI ANCHE:
Si lascia cadere dalla terrazza in centro: muore sul colpo una donna di 33 anni

Positiva al Covid la scorsa settimana, ristoratrice si aggrava e finisce in terapia intensiva. In quarantena una classe e un politico

Tiziano Campanelli, fondatore della Opi Estintori, commendatore dell’ordine al merito della Repubblica Italiana, noto speleologo negli anni ‘60 e figura fortemente legata al filone umanitario e culturale si è spento la notte scorsa all’età di 80 anni, nella sua dimora di Porto D’Ascoli in via Sauro 66. È qui che viene celebrata la funzione religiosa oggi pomeriggio, alle 16.30. Famigliari, amici e parenti si riuniranno in preghiera nel giardino interno alla villa, nel pieno rispetto delle norme anti covid. L’ultimo saluto a Campanelli è stato organizzato, per sua volontà, in quello stesso spazio elegante che ha accolto tanti ospiti in occasione di banchetti, riunioni ed iniziative volte al sociale.
 
Campanelli oltre ai suoi numerosi interessi e impegni, si è speso, nell’arco della sua esistenza, per dare sollievo ai malati oncologici attraverso la fondazione di Asmo Associazione supporto malati oncologici intitolata alla memoria di sua moglie Viviana, scomparsa prematuramente. Ed è proprio pensando costantemente alla sua amata, ricordata da Campanelli sempre, che lo stesso imprenditore ha espresso il desiderio di riunire la famiglia ancora una volta sulle note romantiche della sua musica preferita che specie negli ultimi tempi ascoltava in memoria dei ricordi più dolci. Un arrivederci e non un addio, per rappresentare ai propri cari che si continua a star vicini nel nome dei valori tramandati di padre in figlio: «Dopo la scomparsa di mamma - confessa con la voce rotta il figlio Tablino - perdere anche nostro padre significa a primo impatto non avere più quel punto di riferimento. Ma questa grave perdita mi sprona ancora di più a mettere a frutto i suoi insegnamenti». Profondo il cordoglio espresso dalla Opi Estintori: «Lo staff partecipa al dolore della famiglia, in modo particolare dei figli Susy Christian, Traiano Ruffo, Jessica, Tablino e Monik. Il dolore che proviamo in questo momento non potrà mai cancellare i suoi insegnamenti e il suo esempio di uomo distinto, integro ed instancabile».
Il cordoglio
Il sindaco di San Benedetto Pasqualino Piunti ricorda così la figura di Campanelli che è stato anche consigliere comunale e nazionale del Partito Liberale «Una persona che ha lasciato il segno, un imprenditore profondamente innamorato della propria città. Ci sentivamo spesso perché era sempre pieno di idee e pronto a mettere in campo nuovi e validi progetti». Campanelli, molto legatoa Porto d’Ascoli ha formato il primo gruppo mascherato di Carnevale. Negli anni ‘60 si è dedicato alla speleologia dopo aver girato l’Europa. Nel 1961 la spedizione ascolana di speleologi guidata da Campanelli nella «grotta del Saraceno» ad Acquasanta. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA