Murales lungo la recinzione dell'antico stadio Ballarin: ecco cosa racconteranno i tifosi writer

Giovedì 13 Maggio 2021
Il muro del Ballarin, il vecchio stadio di San Benedetto

SAN BENEDETTO - Semaforo verde da parte della giunta per i murales al Ballarin. Sarà la parete ovest dell’ex stadio ad ospitare i “graffiti” realizzati dai tifosi e un pannello sarà dedicato proprio alle due vittime del rogo del 1981 Carla Bisirri e Maria Teresa Napoleoni.

Un insetto proveniente dall'Asia infetta di nuovo le palme sulla costa, scatta l'allarme

Una cava di travertino trasformata in una discarica, sequestro e imprenditore denunciato

 

Si tratta di un intervento di arricchimento dello spazio realizzato con il restauro conservativo della tribuna ovest, attraverso la realizzazione di “murales” artistici, con l’intento di conservare la memoria del luogo, trasformarlo in un edificio di espressione della aggregazione e creatività giovanile e spazio per mantenere il ricordo degli eventi connessi con il vecchio stadio e con la storia della squadra locale, attraverso un progetto condiviso tra l’amministrazione comunale e giovani artisti sambenedettesi oltre che rappresentanti della tifoseria della Sambenedettese Calcio.

Il murales si ispirerà alla “Storia dello stadio F.lli Ballarin e della squadra locale come radice della storia della città di San Benedetto”. Quindi una parete di circa 100metri che diventerà un grande affresco dove ripercorreranno le gesta del Ballarin. Così su questa parete, al confine con via Morosini, si potrà ricordare tutta storia del Ballarin dall’inaugurazione, risalente al 1931 in epoca fascista con l’immagine dell’arco che era situato dove ora insiste la curva sud, passando per i campioni che hanno calcato questo prato, le loro gesta, i gol e l’esultanza dei tifosi, fino ad arrivare alla drammatica pagina del 7 giugno 1981 quando le gradinate dello stadio presero fuoco.

Intervento che dovrebbe andare di pari passo con la sistemazione del campo e l’apertura al pubblico dell’ex impianto sportivo prevista per il 7 giugno, giorno della commemorazione dei 40 anni dal rogo del Ballarin.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA