Il blitz scatta all'alba con l'elicottero: sgominata una banda di spacciatori di eroina

Lunedì 4 Novembre 2019
San Benedetto, il blitz scatta all'alba con l'elicottero: sgominata una banda di spacciatori di eroina

SAN BENEDETTO - E' passato quasi un anno dal giorno in cui i carabinieri di San Benedetto arrestarono una donna trovata in possesso di tante, troppe, dosi di eroina. Una quantità di sostanza stupefacente eccessiva che ha messo in allarme i militari i quali hanno dato il via ad una indagine durata mesi e terminata oggi con un blitz che ha visto scendere in campo decine di militari coadiuvati dall'unità cinofila del Nucleo dei militari di Pesaro e dall'elicottero dell'Arma dell'Elinucleo di Pescara. Un blitz che ha visto finire in manette quattro persone tra cui una coppia, fermata a Martinsicuro ed un pakistano che era inizialmente riuscito a sottrarsi all'arresto ma che è stato poi rintracciato nell'anconetano.

Fermo, il pusher di cocaina in Maserati che amava la bella vita esce dal carcere: andrà in comunità

Porto Sant'Elpidio, anche l'elicottero contro lo spaccio: assalto da terra e dal cielo al casolare abbandonato


L'azione all'alba Il blitz è scattato poco prima dell'alba di ieri quando i militari si sono presentati alle porte delle abitazioni dove sapevano trovarsi tre dei quattro arrestati. Uno è stato bloccato a San Benedetto mentre a Martinsicuro sono scattate le manette ai polsi di una coppia. Un quarto uomo, di origini pachistane, era inizialmente risultato irreperibile tanto che i militari hanno subito dato il via ad una operazione di ricerca che si è conclusa in poco tempo. Nel corso delle dell'indagine i carabinieri si sono trovati di fronte ad altre situazioni che hanno portato all'arresto di altre tre persone finite in manette per situazioni collaterali sempre legate al mondo dello spaccio di sostanze stupefacenti. Nel corso di queste ulteriori operazioni i carabinieri erano anche riusciti a sequestrare circa due etti di eroina. Gli arrestati sono ritenuti, a vario titolo, responsabili di detenzione illecita di stupefacenti in concorso.

© RIPRODUZIONE RISERVATA