Palazzo Saladini Pilastri messo in vendita, il mega restyling cambierà il volto della città: è sede di importanti uffici e servizi

Mercoledì 5 Maggio 2021 di Laura Ripani
Il palazzo in vendita

SAN BENEDETTO - È uno dei fabbricati simbolo della città di San Benedetto: all’angolo tra la statale 16 Adriatica, di fronte al teatro Concordia e, dall’altro lato, la basilica cattedrale Santa Marina della Marina. È in vendita la struttura che comprende l’intero isolato tra Corso Mazzini, l’intera fiancata di Piazza Nardone, via Spinozzi e via Leopardi, un fabbricato che si estende per circa 8500 metri quadri e, all’interno son, sono presenti vari uffici importanti, dell’Asur, del Comune, il famoso ufficio sanitario, il sindacato Cisl negozi al pianterreno e abitazioni ai piani superiori. Si tratta una struttura che è stata realizzata nel primo dopoguerra: su tale lotto di terreno sorgeva una villa di proprietà della famiglia Saladini Pilastri che fu distrutta dopo il bombardamento del 1943. 

LEGGI ANCHE:

Lei è in auto col finestrino aperto, lo scippatore le strappa il Rolex e scappa in sella allo scooter
 
Successivamente, fu iniziato un progetto di un fabbricato che verrà però realizzato solamente nella metà degli anni Cinquanta, fabbricato che oggi è vincolato dalla Soprintendenza. Quindi sul palazzo è possibile eseguire opere di recupero, ristrutturazione ma non si può procedere alla demolizione sebbene la posizione sia strategica tanto che l’interesse principale, è scontato, sarà dei costruttori che vorranno sicuramente realizzare appartamenti, a due passi dal centro. 

Della trattativa si sta occupando l’agenzia Spina e Marchei di San Benedetto. L’incarico, infatti, fa parte di un comparto di importanti immobili ( tra cui il famoso palazzo Saladini Pilastri anche di Ascoli Piceno ) é stato anche stavolta conferito in esclusiva all’agenzia. La stessa, peraltro, che si è occupata di altri beni prestigiosi come la sistemazione, ad esempio, del noto allenatore di calcio Maurizio Sarri. 

«La cifra richiesta è strettamente riservata - spiega Gianni Spina mediatore dell’agenzia - ma la rendita dell’immobile è garantita da stabili e serie locazioni in corso. È comunque un importante investimento in un momento di ripartenza perché non esiste a San Benedetto un intero isolato di una tale superficie. Una città tra le altre cose dove è impossibile consumare ulteriore suolo vista la sua limitata superficie. Vale la pena quindi anche in un’ottica green fare davvero un investimento di questo tipo in pieno centro dove non ci sono altre occasioni così ghiotte». Si tratta infatti della possibilità di mettere sul mercato 14 locali commerciali, 12 appartamenti per civile abitazione, 11 locali a destinazione ufficio oltre a un locale a destinazione magazzino Parte di tali unità sono affittate a referenziati enti statali e società private e hanno una rendita in corso di ben 140mila euro annui. Ma affitato in questo momento c’è solo la metà dell’immobile.

© RIPRODUZIONE RISERVATA