Ennesimo sforamento
​Allarme polveri sottili

Ennesimo sforamento ​Allarme polveri sottili
1 Minuto di Lettura
Domenica 30 Novembre 2014, 20:03 - Ultimo aggiornamento: 2 Dicembre, 09:54

SAN BENEDETTO - Zero auto sul lungomare Nord di San Benedetto ma troppo smog in città. Si è tenuta ieri mattina “Lasciamo l’auto a casa” iniziativa promossa dall’amministrazione comunale per sensibilizzare i cittadini verso una mobilità alternativa e rispettosa dell’ambiente. In mattinata, buona parte della litoranea Nord è stata chiusa al traffico, rimanendo a completa disposizione di ciclisti, pattinatori e pedoni. Ma i dati sull’inquinamento atmosferico pongono in evidenza tutti i limiti di questa trovata, meramente simbolica. San Benedetto, infatti, continua ad essere soffocata dallo smog e resta la più ammorbata dalle polveri sottili tra tutte le località regionali monitorate dall’Arpam. Finora in città si sono registrati ben 31 sforamenti alla soglia massima giornaliera di Pm10 (polveri sottili) prevista dalle leggi europee che tutelano la salute pubblica. Tetto fissato in 50 microgrammi per metro cubo d’aria. San Benedetto è al primo posto in questa negativa classifica, seguita da Ascoli (26 sforamenti) e Falconara (24). Ormai è ad un passo il fosco traguardo delle 35 giornate di sforamento nell’arco dell’anno: altro paletto fissato dalle norme comunitarie, superato il quale l’amministrazione comunale sarà chiamata a prendere drastici provvedimenti antismog.

Leggi Corriere Adriatico per una settimana gratis - Clicca qui per la PROMO

© RIPRODUZIONE RISERVATA