La polizia municipale cerca casa, gli agenti hanno già alzato la voce: ecco le tre ipotesi possibili

Giovedì 9 Dicembre 2021 di Alessandra Clementi
La polizia municipale cerca casa, gli agenti hanno già alzato la voce: ecco le tre ipotesi possibili

SAN BENEDETTO  - Tre soluzioni per la nuova sede della Polizia municipale San Benedetto Assegnare una nuova sede alla Polizia municipale. Una delle priorità che l’amministrazione Spazzafumo ha posto sul tavolo e che dovrà essere risolta al più presto visto che l’attuale sede di via Fileni non è più idonea. 

 


Tre le soluzioni che attualmente sono sul tavolo quali possibili sedi dei vigili urbani. Si parte da quella sulla statale 16 riguardante il palazzo della Sipa. Edificio in costruzione che si è fermato da anni per le difficili condizioni in cui verterebbe la ditta. Inizialmente, infatti, l’accordo era la realizzazione di una palazzina da parte della Sipa i cui locali a piano terra sarebbero andati alla polizia municipale, poi il cantiere si è bloccato e l’amministrazione si è ritrovata a dover cercare un’altra soluzione.

La costruzione in piazza Kolbe era sorta proprio con l’accordo tra il Comune e la Sipa di riqualificare l’edificio, realizzare parcheggi e consegnare all’ente una superficie da destinare ai vigili. Il nodo è che durante i lavori, l’impresa ha avuto problemi e le impalcature da anni fanno bella mostra lungo la statale 16. Altra ipotesi al vaglio è quella che vedrebbe una sezione della palazzina comunale in via Vittorio Veneto destinata ai vigili, ma non sarebbe ottimale trattandosi di una via stretta e molto trafficata quindi non adatta per la mobilità dei mezzi dei vigili. Infine l’ipotesi a oggi più perseguibile vedrebbe l’edificio della ditta Apollo Costruzioni srl, ex Enel, sito in via Umbria angolo via Toscana destinato ad accogliere la sede della Polizia municipale. Si tratterebbe di una cessione gratuita che comprende 589 metri quadrati di locali al piano terra, 188 metri quadrati di piano interrato, 230 metri quadrati di verde pubblico e 115 metri quadrati di parcheggi in superficie. 


Operazione che risponde alla convenzione urbanistica relativa all’attuazione del Piano Casa comunale risalente al 2013. Tra l’altro locali facilmente raggiungibili anche dai mezzi dei vigili. «Stiamo attenzionando la situazione riguardante la sede della Polizia municipale – spiega il vice sindaco Tonino Capriotti – a oggi l’unica certezza è che l’attuale sede tra via Fileni e la statale 16 non è più agibile e si deve trovare un’alternativa quanto prima». Lo stesso corpo della Polizia municipale ha chiesto a gran voce all’amministrazione una nuova sistemazione visto che l’edificio di via Fileni non risponde più alle esigenze ma soprattutto richiede un’immediata messa a norma e in sicurezza. L’ex amministrazione Piunti aveva disposto la stipula dell’atto notarile finalizzato alla cessione gratuita di porzioni dell’immobile dell’edificio della ditta Apollo Costruzioni srl, ma poi tutto si è fermato. Non è escluso che la giunta Spazzafumo possa valutare anche altri locali comunali.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA