San Benedetto, polemica sulla gestione del Palariviera. I privati chiamano lo studio legale Orrick

Domenica 4 Aprile 2021
Il Palariviera

SAN BENEDETTO - «Non vogliamo perdere ulteriore tempo». Sale la tensione sul Palariviera. Fausto Calabresi chiude al Comune che propone un ulteriore tavolo tecnico. Intanto venerdì sera si è svolta la riunione dei soci che intende mettere alle strette l’amministrazione e la strada della risoluzione e del contenzioso sembra sempre più vicina.

 

 

Si sono ritrovati attorno a un tavolo i soci della Palacongressi srl Fausto Calabresi, Marco Sciarra e Troiani&Ciarrocchi. Al Palariviera a seguito della pandemia si sono abbassate le saracinesche e spente le luci. Situazione di fronte alla quale la società ha chiesto un intervento del Comune quale proprietaria della struttura, l’azzeramento di alcuni debiti e la gestione del parcheggio. L’ amministrazione ha risposto di no. C’è un contratto da rispettare e quello deve essere. A questo punto i soci mercoledì incontreranno lo studio legale Orrick. Cosa si andrà a sollecitare? Di chiedere un parere al Nucleo per l’attuazione delle linee guida per la regolazione dei servizi di pubblica utilità (Nars, organo della Presidenza del Consiglio dei Ministri), al fine di verificare l’impiego dello strumento di consulenza previsto dall’articolo 165 comma 6 del decreto legislativo 50 del 2016. Insomma, i soci chiedono che il Comune riveda il Piano economico finanziario a fronte del periodo emergenziale. Intanto ha impiegato un po’ di settimane ma alla fine il Comune ha risposto all’esposto che la Palacongressi Srl aveva presentato al palazzo di viale De Gasperi. Cosa ha detto? No alla concessione del diritto di superficie, no all’azzeramento del canone annuo di 15 mila euro anche se sarebbe disponibile a interromperlo per il periodo Covid, no all’azzeramento degli arretrati Imu e ancora un no alla gestione dei parcheggi blu su piazzale Aldo Moro.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA