San Benedetto, l'ospedale unico
si farà a metà strada con Ascoli

Sabato 7 Gennaio 2017
L'ospedale di San Benedetto resterà un presidio sanitario

SAN BENEDETTO - «Primo step verso l’ospedale unico, la scelta del sito che dovrà essere baricentrica tra Ascoli e San Benedetto». A dirlo il presidente della Regione Luca Ceriscioli, che parla anche della tempistica: tra tre mesi l’individuazione di dove collocare l’ospedale unico, entro la fine dell’anno il progetto e la gara di appalto nel 2018. Ospedale unico che ha già ricevuto l’impegno di spesa da parte della Regione, assieme all’ospedale Marche Nord e a quello di Macerata. Ora il nodo sarà l’individuazione dell’area. Come? Il governatore, in materia, sostiene che «Verranno valutate le distanze e calcolare il punto in cui possa essere più facilmente raggiungibile dalle due maggiori città della provincia». E dei due nosocomi Madonna del Soccorso e Mazzoni che cosa sarà? Rimarranno i due presidi ma soprattutto si continuerà a investire, mantenendo i servizi. Questo dovrebbe rispondere alle preoccupazioni di chi parla di un costante impoverimento, soprattutto del nosocomio rivierasco.

Intanto entro ala fine di gennaio si terrà un incontro tra il governatore e il sindaco Piunti sulle problematiche della sanità e del sociale. E proprio il primo cittadino ha ribadito la necessità di realizzare innanzitutto l’azienda unica ospedaliera per acquisire autonomia finanziaria.

© RIPRODUZIONE RISERVATA