Sull'ospedale la Regione promette: «Una nuova struttura o il restyling di quella vecchia purché sia sulla costa»

Venerdì 16 Luglio 2021 di Alessandra Clementi
L'ospedale di San Benedetto

SAN BENEDETTO - «Occorre una struttura ospedaliera all’altezza della quarta città delle Marche». Così il presidente della Regione Francesco Acquaroli, presente all’incontro di ieri pomeriggio all’Auditorium comunale, ha annunciato la realizzazione di un nuovo ospedale a San Benedetto che potrebbe essere una struttura completamente nuova o la riqualificazione dell’esistente. 

 
L’incontro
Un Auditorium pieno, per il numero di presenti consentito dalle norme anti Covid, tra medici, sindacati, infermieri e amministratori ha accolto i vertici della giunta regionale. I lavori sono stati aperti dall’assessore regionale Filippo Saltamartini il quale ha annunciato la revisione del piano socio sanitario da parte della Regione, da qui l’ascolto dei territori e degli operatori che lavorano all’interno delle strutture ospedaliere. Si è partiti dall’annuncio di un nuovo ospedale in Riviera anche se da definire se ex novo o ristrutturando l’esistente.

«Saranno i territori a decidere – ha affermato Saltamartini – dopo Fermo ci sembra giusto un bilanciamento e uno stop alla guerra tra poveri tra Ascoli e San Benedetto. Si va verso una nuova struttura anche se da vedere se si tratterà di una ristrutturazione, di un edificio nuovo o un efficientamento. Sentiremo anche gli stakeholders per poi andare in approvazione nel consiglio regionale. L’unica certezza a oggi è la nostra bocciatura all’ospedale unico».

Ma San Benedetto non ha bisogno solo di un nuovo nosocomio, ma anche di potenziare l’esistente a cominciare dal personale viste le difficoltà registrate in diversi reparti in particolare al Pronto soccorso. Al riguardo l’assessore Saltamartini ha precisato: «Il Pronto soccorso sambenedettese è ingolfato quindi sono necessarie delle risorse. È in fase di discussione al Governo il Piano nazionale di ripresa e resilienza (Pnrr) per intercettare finanziamenti visto che va bene la realizzazione di case della salute ma abbiamo bisogno di personale. Va detto che mentre possiamo assumere subito infermieri non possiamo fare altrettanto con i medici, oltre al fatto che c’è una carenza di dottori e soprattutto di specialisti dell’emergenza da qui le borse di studio che stiamo finanziando per la facoltà di Medicina». E di risorse da intercettare ha parlato anche il governatore Acquaroli che ne aveva discusso sabato scorso proprio in Riviera con il sottosegretario Costa. 


La polemica
Intanto si accende la polemica ed è il sindaco di Spinetoli Alessandro Luciani a tuonare: «Piove dall’alto la decisione su un nuovo ospedale a San Benedetto. Direttamente dalla Regione Marche e senza il coinvolgimento dei sindaci dell’Area Vasta 5. Nessuno ci ha interpellati non è stata convocata alcuna assemblea per un parere dei primi cittadini, per discutere sulla proposta. Hanno deliberato, senza dirci nulla. Hanno indicato la città dove sorgerà il nuovo ospedale, senza individuarne nemmeno l’area. Immagino che sia solo campagna elettorale. Non sono precisate nemmeno le effettive cifre. Spero che l’assemblea dei sindaci venga convocata al più presto per discutere seriamente di questa delibera».

© RIPRODUZIONE RISERVATA