Nuova tensostruttura per sfamare i bisognosi: ecco quando è stata fissata l'inaugurazione

Nuova tensostruttura per sfamare i bisognosi: ecco quando è stata fissata l'inaugurazione
Nuova tensostruttura per sfamare i bisognosi: ecco quando è stata fissata l'inaugurazione
di Marco Braccetti
2 Minuti di Lettura
Domenica 7 Novembre 2021, 08:45

SAN BENEDETTO  - Un gesto concreto in occasione della quinta “Giornata mondiale dei poveri”, che si celebra tra una settimana esatta. Domenica prossima, la Caritas Diocesana inaugura una nuova tendostruttura per ottimizzare il servizio-mensa dedicato ai bisognosi, attualmente complicato dalle norme sanitarie anti-pandemia.

Lo scorso anno (nonostante il lungo lockdown che ha frenato l’afflusso di utenti presso la struttura di via Madonna della Pietà 111, zona Ponterotto) le cucine Caritas hanno sfornato circa 80 pasti al giorno. Mentre nell’ultimo anno pre-pandemia (il 2019) l’ente diretto da don Gianni Croci aveva garantito ben 50.049 pasti, in netto aumento rispetto ai 20.163 del 2018. 


Freddi numeri che, però, sono lo specchio di un problema bollente. Ovvero quello delle nuove povertà, ancor più caldo dopo la crisi pandemica. Così, dalla Caritas Diocesana si attrezzano e stanno per aprire i battenti di questo nuovo ambiente. Sarà riscaldato e dotato di allacci elettrici, per garantire un maggior confort. Al momento, c’è solo un piccolo tendone (5 metri per 5) dedicato a quanti vogliono consumare il cibo d’asporto che viene preparato dal team di volontari delle cucine. L’inaugurazione di domenica prossima è prevista per le ore 12.30 e fa parte di un “trittico” di iniziative, sviluppate per celebrare questa particolare ricorrenza, istituita nel 2016 da Papa Francesco.


Venerdì (12 novembre) dalle ore 21 c’è una veglia di preghiera in Cattedrale, presieduta dal vescovo Carlo Bresciani, con tutti gli operatori delle Caritas parrocchiali e i gruppi di volontariato. Mentre lunedì 15, alle ore 8,30 è in agenda una visita di monsignor Bresciani presso la struttura del Ponterotto. Ci sarà una celebrazione eucaristica, seguita da un incontro con i volontari e un momento di ascolto con i senza fissa dimora ed i vari utenti Caritas.


«I poveri li avremo sempre con noi - rimarcano dall’ente cattolico -. Occorre riscoprire la bellezza della condivisione mettendo da parte ogni tipo di delega. Siamo sorelle e fratelli tutti, e a ciascuno è chiesto di vivere, oltre la fede e la speranza, la virtù della carità». Per informazioni, ricordiamo che la Caritas Diocesana risponde al numero: 0735-588785.

© RIPRODUZIONE RISERVATA