La movida violenta si sfoga su case e auto. Sfondata una porta d'ingresso

La porta sfondata dal branco durante la movida
La porta sfondata dal branco durante la movida
di Emidio Lattanzi
2 Minuti di Lettura
Domenica 10 Luglio 2022, 04:35 - Ultimo aggiornamento: 11 Luglio, 08:16

SAN BENEDETTO - Ancora un atto vandalico e, ancora una volta, in via Laberinto. Strada “sfogo” della cosiddetta movida molesta dove, puntualmente, gruppi di giovani in condizioni psicofisiche spesso alterate, si riversano allontanandosi dalle zone maggiormente affollate finendo per fare dei danni e rischiando, come accaduto poche settimane fa, di provocare pesanti conseguenze. 

 

Nella tarda serata di venerdì hanno preso a calci e sfondato una porta ma, poche settimane fa, avevano dato fuoco a dei cartoni all’interno di un vicolo che si trova a pochi metri di distanza rischiando di fare seriamente del male a qualcuno se non fosse stato per l’intervento tempestivo dei pompieri. L’ennesimo capitolo, come detto, è andato in scena nella tarda serata di venerdì, intorno alle 22.30.

Un gruppetto composto da una decina di ragazzini ha preso a calci e sfondato la porta di casa dove abita una donna di novant’anni. Il branco ha agito con una violenza spaventosa terrorizzando l’anziana, che dormiva al piano superiore e che ha anche rischiato di cadere per scendere le scale. Con la donna vive anche il figlio che ha fatto appena in tempo a vedere il gruppo, composto da circa dieci persone, fuggire via verso piazza Matteotti. Si tratta dell’ennesimo episodio che si registra nell’area: «Non ce la facciamo più - spiegano i residenti citando i tanti atti vandalici avvenuti negli ultimi mesi - qualche sera fa qualcuno si è messo a lanciare bottiglie, giovedì notte gridavano a squarciagola e insultavano chiunque si affacciasse alle finestre. Ora questo nuovo, grave, episodio». 

La figlia dell’anziana, Loredana Matè, ha presentato denuncia in commissariato: «Non è possibile - afferma - che queste cose accadano in maniera così frequente e che non arrivino mai provvedimenti. E’ da tempo che viene denunciata questa situazione. C’è una panchina dove questi balordi bivaccano, abbiamo chiesto al Comune di rimuoverla e ci siamo sentiti rispondere che è necessaria una raccolta firme. Mi chiedo per quale motivo e poi quando l’hanno installata lo hanno fatto a fronte di firme?». 

© RIPRODUZIONE RISERVATA