Movida violenta, turista ubriaco trovato ferito in spiaggia. Tre locali a rischio chiusura

Lunedì 3 Agosto 2020 di Emidio Lattanzi
San Benedetto, movida violenta, turista ubriaco trovato ferito in spiaggia. Tre locali a rischio chiusura

SAN BENEDETTO - E’ finita con l’applauso alle auto della polizia la nottata di movida sambenedettese. Il sindaco Pasqualino Piunti lo aveva chiesto a questore e prefetto e, nella notte tra sabato e domenica, le forze dell’ordine sono intervenute in quelle che sono considerate le vie di sfogo della movida molesta. In via Aspromonte e via Gallo sono stati infatti multati e allontanati alcuni ragazzi completamente ubriachi dagli agenti di polizia che sono intervenuti in seguito alle segnalazioni dei residenti. Ma la nottata è stata anche contraddistinta dal mistero di un turista perugino, anch’egli ubriaco, trovato dalla polizia sul lungomare, con una profonda ferita sul volto sulla quale sono in corso delle indagini.

LEGGI ANCHE:
Giulio, 28 anni, pizzaiolo con la passione di moto e montagna muore per evitare un fuoristrada

Ragazzo di 28 anni trovato morto in casa: il Coronavirus non c'entra

E’ continuato, anche nella notte tra sabato e domenica, il pressing delle forze dell’ordine in prossimità dei locali, tant’è che i gestori di due discoteche a rischio hanno ricevuto dal questore della provincia di Ascoli Piceno il cartellino giallo.
 
E’ il primo passo che potrà portare alla sospensione della licenza, qualora la situazione per l’ordine e la sicurezza pubblica non dovesse migliorare. Nel mirino degli investigatori della Divisione Polizia Amministrativa e Sociale c’è già un terzo locale monitorato da settimane che, nei prossimi giorni, riceverà il cartellino arancione. Il titolare da quel momento in poi avrà dieci giorni di tempo per replicare alle censure che gli verranno contestate dai poliziotti. 
Bagno di notte
Le Volanti del Commissariato e le pattuglie del Reparto Prevenzione Crimine Piemonte hanno effettuato alcuni interventi curiosi, come quello in un un albergo vicino via Crispi, dopo che il portiere di notte aveva segnalato al 113 la presenza di tre giovani che stavano facendo il bagno in piscina, nonostante il cancello d’accesso fosse chiuso. Erano un 29enne e due 21enni del posto che, per quella bravata, ora rischiano una denuncia. Un altro intervento è avvenuto sul lungomare vicino alle discoteche, poiché due fidanzati di origine straniera avevano litigato tra loro, per motivi che sono ancora da chiarire. 
Gli applausi
Sono state monitorate anche via Aspromonte e via Gallo, dove alcuni giovani un po’ alticci sono stati sanzionati dalle forze dell’ordine, il cui intervento è stato salutato con una vera e propria ovazione dagli abitanti del posto, esasperati dalla condotta maleducata di quei ragazzi. «Le pattuglie intervenute - spiega il questore, Paolo Maria Pomponio - hanno rassicurato i residenti anche per il futuro, facendo loro presente che la mancanza di senso civico e gli atti vandalici vanno bloccati alla radice, con strumenti differenti dalle forze dell’ordine». 
Le sanzioni 
Nel corso della nottata sono stati controllati anche i locali autorizzati al pubblico spettacolo per verificare il rispetto dei protocolli regionali in funzione anti covid. La Polizia municipale ha elevato 5 sanzioni per mancato rispetto dell’ordinanza sindacale da parte degli avventori dei locali e 1 sanzione ad un locale del centro per mancato rispetto delle prescrizioni contenute nell’ordinanza sindacale. Una persona è stata denunciata per ubriachezza molesta.

© RIPRODUZIONE RISERVATA