Notti da incubo tra musica a tutto volume e ragazzini ubriachi: «Filmano i controlli e li sbeffeggiano»

Lunedì 15 Novembre 2021 di Roberto Rotili
Notti da incubo tra musica a tutto volume e ragazzini ubriachi: «Filmano i controlli e li sbeffeggiano»

SAN BENEDETTO - Movida senza freni l’altra notte nel pieno centro di San Benedetto fino a notte fonda. Sono stati tanti i residenti (specialmente quelli dell’area ovest dell’isola pedonale) che hanno espresso il proprio profondo malumore per una situazione di disagio che sta raggiungendo limiti inenarrabili di maleducazione e menefreghismo. «L’altra notte – spiega uno dei residenti esasperati di dice di parlare a nome di tanti altri – era passata da un bel po’ l’una e da un locale proveniva musica ad altissimo volume, amplificata dai cori dei ragazzi che cantavano a squarciagola, infischiandosene del fatto di essere sotto a delle case abitate». 

 

Residenti stufi 

Il tutto poi si arricchisce di atti vandalici alle auto, ai portoni delle case, a balconi e finestre, insomma, cose già viste. I residenti sono stanchi ma c’è una cortina di silenzio e disagio, ci sono attività commerciali, le tensioni della notte possono diventare anche quelle del giorno. Avviene di tutto: rap, trap, persino neomelodici sono stati i brani che hanno accompagnato litri di alcol e qualcuno di noi che ha provato a mischiarsi nella folla ha visto molti volti di ragazzini che era difficile immaginarli maggiorenni. 

Lo sconforto 

Inoltre, tutti con bicchieri di vetro in mano, in piedi per la strada, in un grande assembramento che non sarebbe a norma di regole anti-Covid. Soltanto poco prima delle quattro sabato sera è calato il silenzio. Tanto abbiamo capito che il reato denominato “schiamazzi notturni”, non esiste più. Secondo me – conclude alludendo a un procedimento amministrativo eseguito nei giorni scorsi – le autorità hanno fatto chiudere il locale sbagliato». E poi, passato il momento dello sballo, per vie e stradine del Mandracchio lo squallore è desolante. Bicchieri, cocci, tracce di vomito, spazzatura ovunque, a dimostrazione di una situazione degna di un intervento forte e costante da parte dell’amministrazione comunale, di concerto ovviamente con le forze dell’ordine. 

Centro deprezzato 

«I ragazzi purtroppo – ha detto un altro residente – non sanno bere e accettano qualsiasi porcheria gli viene messa nel bicchiere, purché alcolica e a poco prezzo, ma così facendo (oltre a danneggiare la propria salute) provocano un danno enorme all’economia locale, visto che il valore di una casa di quella zona, a causa della movida, cala ogni anno di più». 

Sbeffeggiati i controlli 

Un altro residente ha pure fatto notare che nel corso di un controllo delle forze dell’ordine i ragazzi (molti di loro palesemente su di giri), anziché collaborare con gli agenti, hanno subito iniziato a girare video con atteggiamenti provocatori nei loro confronti. Molti abitanti del centro cittadino sono stanchi, quella verificatasi sabato notte è una situazione che persiste da tempo e non è più circoscritta al fine settimana, ma è quotidiana. Ora si spera che il nuovo sindaco Antonio Spazzafumo, metta in atto il Piano della sicurezza presentato in campagna elettorale.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA