San Benedetto, addio a Galanti
L'ex primario stroncato da malore

Addio al pediatra gentile
Elio Galanti stroncato
da un attacco di cuore
SAN BENEDETTO - Nella sua lunga carriera ha seguito e curato centinaia, forse migliaia di bambini buona parte dei quali oggi sono uomini e donne che, a loro volta, hanno portato i propri figli nel suo ambulatorio. E’ per questo motivo che sono in tanti a piangere la scomparsa di Elio Galanti morto nel sonno alle prime luci della giornata di ieri. Galanti, che lascia due figli, aveva 78 anni ed era stato una figura storica del reparto di Pediatria dell’ospedale di San Benedetto. Nei giorni scorsi aveva avuto dei problemi cardiaci e un malore lo ha stroncato mentre dormiva nel suo letto. La camera ardente è stata comunque allestita all’interno dell’obitorio dell’ospedale di San Benedetto in vista dei funerali che saranno celebrati domani mattina alle 10 nella chiesa dei Padri Sacramentini. Numerosi i messaggi di cordoglio che, in queste ore, stanno arrivando ai familiari sia dall’ambiente medico per il quale Galanti rappresentava una sorta di istituzione, sia dalle tantissime persone che sono passate per il suo ambulatorio. Commovente il messaggio di addio lasciato dai colleghi del reparto di Pediatria al medico, un addio affidato a manifesti appesi per tutta la città e firmati dai dottori Piero Ripani, Nicoletta Guastaferro, Fiorella De Angelis e Giovanna Infriccioli: «Sei stato la sorridente colonna portante della Pediatria di San Benedetto, per noi colleghi un carissimo amico che lascia un vuoto immenso nei nostri cuori». Un omaggio alla figura del medico estremamente amato e benvoluto sia nell’ambiente medico che tra le migliaia di pazienti dei quali si era occupato nel corso della sua lunga carriera. A ricordare la figura del pediatra c’è anche il sindaco di San Benedetto Pasqualino Piunti. «La città - spiega il sindaco - perde una figura importante. Quando si parla di Pediatria, uno dei primi nomi che balzano alla mente, è proprio il suo. La città e la sanità locale perdono un grande professionista».
© RIPRODUZIONE RISERVATA

Martedì 15 Maggio 2018, 05:55 - Ultimo aggiornamento: 15-05-2018 05:55

DIVENTA FAN DEL CORRIERE ADRIATICO