Ancora sole e caldo, i concessionari di spiaggia chiedono la proroga della chiusura degli chalet

Lunedì 13 Settembre 2021 di di Marco Braccetti
La spiaggia sambenedettese

SAN BENEDETTO -  Spiaggia, cucine e ombrelloni: tra gli chalet della Riviera non è ancora tempo di smobilitazioni. Anzi, tra I concessionari di spiaggia c’è chi chiede di allungare il lavoro oltre il termine della stagionalità 2021, attualmente fissato al 12 ottobre. Ma andiamo con ordine, dicendo che la domenica appena passata è stata nel segno della positività per l’arenile sambenedettese. 

 

 
Parcheggi esauriti
Molto movimento sul bagnasciuga e (complice la fine delle zone a pagamento) parcheggi quasi introvabili sul lungomare. Turisti e bagnanti del posto sono stati richiamati dall’acqua cristallina, anche se i concessionari ricordano come - in questo periodo - la parola d’ordine sia: “elioterapia”. Ossia una spiaggia fruibile in primis per prendere il sole. I bagni, infatti, non sono più in piena sicurezza, considerato che dal 5 settembre è cessata l’opera dei baywatch. Ma questo è un altro discorso. Ora la domanda è: in questa seconda estate segnalata dalla pandemia, fin quando saranno disponibili ombrelloni e servizi on the beach? «Non chiudiamo così per il gusto di chiudere, lo faremo quando non ci sarà più movimento. Se il meteo continuerà ad assisterci, ci sarà ancora lavoro per almeno altre due settimane». Così risponde Enrica Ciabattoni, albergatrice e responsabile locale del Sib: sindacato dei balneari di Confcommercio. L’imprenditrice fa notare come, naturalmente, il lavoro settembrino è ben diverso rispetto a quello del clou stagionale. Più concentrato nei weekend e caratterizzato da un differente target turistico. «A settembre si lavora con i gruppi organizzati, in particolare della terza età, ed anche con gli stranieri. Io, ad esempio, sto ospitando diversi austriaci» prosegue la Ciabattoni. Con tutte queste premesse, la rappresentante del Sib arriva a prevedere che, se il tempo regge, la maggioranza degli chalet continuerà ad essere operativa fino a domenica 26 settembre. 


L’allungamento
«Sarà una smobilitazione molto lenta» rimarca Giuseppe Ricci: patron dello chalet Stella Marina e presidente dell’Itb Italia. Il rappresentante di categoria guarda con ottimismo verso le prossime settimane: «C’è ancora un bel movimento di persone e non possiamo deluderle. Il termine ultimo, al momento, resta il 12 ottobre e sono convinto che qualche struttura ci arriverà sicuramente, sfruttando fino in fondo tutto il tempo a disposizione per le attività stagionali. Parlo soprattutto di strutture che fanno anche ristorazione». A tal proposito: Ricci riferisce che qualche associato lo ha contattato, per chiedere di sottoporre al Comune la richiesta di una proroga sul termine della stagionalità, così da poter restare aperto più a lungo. Il presidente Itb dichiara di aver già avvisato, in via informale, il sindaco Pasqualino Piunti. Va detto che, su questo fronte, il Comune si muove in una cornice normativa sia regionale che nazionale. Dunque occorrerà vedere gli eventuali margini di manovra a disposizione del primo cittadino. 


Le feste
Intanto, per domenica prossima sono fissati degli appuntamenti di fine stagione. Esempio: dalle ore 13, presso il Kontiki Beach Restaurant (concessione 4) è in programma un pranzo-spettacolo intitolato “L’estate sta finendo”. Info: 340-3418349.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA