La città in lutto per Sergio Ciabattoni, la sua Domus ha segnato un'epoca

Venerdì 22 Maggio 2020 di Laura Ripani
La città in lutto per Sergio Ciabattoni, la sua Domus ha segnato un'epoca

SAN BENEDETTO - Chi non ricorda le famose pubblicità che prima delle differite dalla Samb facevano da traino alla trasmissione su Tvp? La Domus di Sergio Ciabattoni era entrata nell’immaginario collettivo e oggi la Riviera piange il fondatore che è morto a 83 anni.

LEGGI ANCHE:
Coronavirus, le Marche festeggiano: nessun morto nelle ultime 24 ore. E' la seconda volta dal 2 marzo/ I dati delle regioni in tempo reale

Coronavirus, liberi tutti al confine? Mica tanto. Al decreto Ceriscioli sì di Emilia e Abruzzo (e mezzo dell'Umbria)

Molto conosciuto, era titolare dello storico negozio Domus dal 1969 con i suoi figli Luigi Dante e Letizia e Giorgio che invece vive all’estero per svolgere la professione di musicista con grande successo. Nato a Monsampolo del Tronto il 14 giugno, Sergio iniziò a lavorare nella falegnameria di famiglia con il fratello Giovanni e in poco tempo misero su un mobilificio di successo negli Anni Sessanta.
 
Lui poi abbandonò il legno per la stoffa prima come agente di commercio per Marche Abruzzo e Molise, poi aprì la sua attività, la Domus. Un vero punto di riferimento nel Centro Italia per i suoi tendaggi tappeti e biancheria d’arredo. La sua attività ha festeggiato proprio l’anno scorso il 50° anno superando tutte le crisi perché era fondata a livello familiare e sopratutto sul rispetto dei suoi clienti e dei suoi collaboratori. La moglie Florenze ha seguito Sergio in tutti i suoi progetti crescendo i 4 figli . Lo ricordano anche i nipoti Davide, Emanuele, Daniele e Federico il genero Devis con le nuore Roberta Vittoria e Tamara e le sorelle Alvise e Maria. Funerale oggi alle 16 nella chiesa di Cristo Re a Porto d’Ascoli.

© RIPRODUZIONE RISERVATA