San Benedetto, Mini Cooper, Fiat 500
e Suv nel mirino dei ladri scatenati

I ladri in azione sulla auto in sosta
I ladri in azione sulla auto in sosta
2 Minuti di Lettura
Venerdì 4 Novembre 2016, 05:45

SAN BENEDETTO - Si fa sempre più preoccupante il fenomeno dei furti d’auto che, negli ultimi giorni, ha pesantemente interessato l’area a cavallo tra la Riviera delle palme e i centri del vicino Abruzzo. Soltanto nelle ultime ore sono sparite almeno tre auto. La prima è un suv Kia Sportgage, praticamente appena ritirata dal concessionario e rubata a Porto d’Ascoli. Ieri notte, ad Alba Adriatica, è invece sparita una Mini Cooper mentre è di poche ore fa la notizia del furto di una Fiat 500 sempre ad Alba Adriatica. Ma nei giorni scorsi la situazione non è che fosse stata migliore. Nel giro di quattro giorni, ad esempio, un paio di settimane fa, alcuni malviventi hanno provato a portare via un costoso Suv a Grottammare, danneggiandolo seriamente e, soprattutto, svaligiandolo. 
Le indagini
Due nordafricani, poi fermati dai carabinieri, sono invece stati trovati a San Benedetto poche ore dopo a bordo di un’Alfa 166 rubata poco prima a Carassai mentre notizie di altri furti di macchine sono arrivati da Offida, Ripatransone, Cupra e Monteprandone. Insomma torna l’incubo di quella che, alcuni mesi fa, fu ribattezzata la mattanza delle auto confermando così il fatto che si tratta di reati che avvengono ad ondate, quasi ciclicamente. Per diversi giorni la Riviera è flagellata dal fenomeno poi il silenzio di una, due o anche tre settimane prima che riprenda un altro ciclo di colpi. Carabinieri e polizia sono al lavoro per tentare di frenare questi episodi che spesso viaggiano a ritmi molti elevati. Si tratta di furti che avvengono prevalentemente su commissione. Le bande che raggiungono il territorio hanno un ristretto carnet di auto da riportare a casa. Si tratta prevalentemente di auto utilitarie e di quelle maggiormente utilizzate dai giovani. 

© RIPRODUZIONE RISERVATA