Ripuliscono il bar dopo la lite col proprietario: incastrati dalle scarpe e dall'anello

Lunedì 17 Febbraio 2020
San Benedetto, ripuliscono il bar dopo la lite col proprietario: incastrati dalle scarpe e dall'anello

SAN BENEDETTO - Uno è in carcere e l’altro ai domiciliari. Sono i due giovani arrestati dalla polizia del commissariato di San Benedetto dopo essere stati identificati come gli autori di un furto perpetrato ai danni del bar Montebello, in centro a San Benedetto, nella notte dello scorso 9 ottobre. I due erano entrati in azione intorno alle 4 del mattino e sono stati identificati grazie alle immagini catturate da alcune telecamere di videosorveglianza. I due arrestati, entrambi italiani di 28 e 29 anni, sono entrati in azione intorno alle quattro del mattino.

LEGGI ANCHE:
Pesaro, sfruttano gli "schiavi" dei volantini pubblicitari: sette denunciati. Multe per 730mila euro

Pesaro, schianto al semaforo, un'auto si ribalta in mezzo alla strada. Traffico in tilt

Hanno forzato la porta finestra del bar, una volta dentro hanno rubato del denaro presente all’interno del registratore di cassa ed hanno prelevato delle bottiglie di liquore. Quindi si sono dileguati. Il titolare dell’esercizio, resosi conto dell’accaduto, si è subito rivolto alla polizia. A tradire il 28enne, segnalato dal propietrio derubato perchè allontanato poco prima per aver disturbato i clienti, è stato un paio di scarpe. Durante la perquisizione domiciliare infatti i poliziotti si sono trovati di fronte ad un paio di calzature identiche a quelle che uno dei due malviventi indossava durante il colpo. Stesso discorso per un vistoso e voluminoso anello trovato nella stanza del ragazzo e uguale a quello sfoggiato da uno dei due ladri. Sulla base della perquisizione e di altri elementi che hanno portato anche all’identificazione del ventinovenne. 

Ultimo aggiornamento: 17:12 © RIPRODUZIONE RISERVATA