S.Benedetto, domani la città celebra
i 72 anni dalla liberazione dai tedeschi

Venerdì 17 Giugno 2016
La cerimonia per la liberazione di San Benedetto della passata edizione

SAN BENEDETTO - I dieci anni del mandato Gaspari si chiudono con la cerimonia con cui si aprirono nel 2006: il festeggiamento della liberazione di San Benedetto dai tedeschi. Domani, 18 giugno, infatti, la città celebra l'anniversario della sua liberazione dall'oppressione nazifascista. A cavallo tra il 18 e il 19 giugno 1944 le truppe polacche entrarono in città accolte dalla popolazione festante. «Sin dal 2006, anno del mio insediamento- spiega Gaspari - ho voluto ogni anno ricordare quei giorni. L'ho fatto prima di tutto perché è stato obiettivo prioritario del mio mandato rievocare, con momenti pubblici e l'apporto di studiosi e testimoni, gli eventi che hanno segnato la storia della comunità locale e nazionale. Ringrazio lo storico Gabriele Cavezzi e il compianto Ugo Marinangeli per aver proposto e sostenuto questo percorso. Con gli anni, all'obiettivo di tenere vivo il ricordo dei fatti che segnano la nostra identità di sambenedettesi e italiani se n'è affiancato un altro, operare per rafforzare le radici della nostra comunità dinanzi a fenomeni disgregativi che sempre più di frequente si sono ripetuti in questi dieci anni. Mi riferisco agli attacchi terroristici e alle spinte populiste e xenofobe». Domani mattina Gaspari deporrà una corona di alloro al Monumento ai Caduti per la Libertà di viale Secondo Moretti.

© RIPRODUZIONE RISERVATA