Teppisti alla notte azzurra, ma anche scippi e furti: dai video spuntano fuori i primi nomi

Mercoledì 14 Luglio 2021 di Emidio Lattanzi
Teppisti alla notte azzurra, ma anche scippi e furti: dai video spuntano fuori i primi nomi

SAN BENEDETTO - Arrivano le prime identificazioni dei ragazzi che si sono resi protagonisti degli assurdi comportamenti durante i festeggiamenti per la Nazionale campione d’Europa. Dai filmati che stanno analizzando sia i carabinieri che la polizia, iniziano a venire fuori le identità di chi ha compiuto i gesti più estremi.

«È arrivato Mancini in pizzeria». Così Jesi riabbraccia il suo eroe. Alle 22.30 il tam tam: tutti da Pepito. Scarica di selfie, fumogeni e cori

 

Si tratta prevalentemente di ragazzi minorenni, nati e residenti in zona da genitori di origini straniere. Rischiano guai molto seri. Il lavoro delle forze dell’ordine proseguirà nelle prossime ore al fine di dare un nome e un cognome a tutti quei ragazzi ripresi dalle telecamere che hanno creato il caos quella notte. Intanto arrivano anche le prime denunce per i furti compiuti in quelle ore. Si tratta di scippi di collanine ed orologi che sono stati verbalizzati dai militari e dagli agenti che hanno ascoltato le vittime. Intanto continuano a circolare sul web i filmati di quegli assurdi momenti. In uno di questi si vede un vigile urbano inseguire dei ragazzi che gli avevano rubato il cappello. E’ accaduto a ridosso del sottopassaggio di via Fiscaletti. Proseguono anche le indagini per fare luce sul ferimento del trentunenne finito in ospedale, quella stessa notte, con delle ferite da arma da taglio che l’uomo afferma di essersi inavvertitamente procurato da solo cadendo sui frammenti delle bottiglie di vetro che si trovavano in terra.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA