San Benedetto, un palazzo in acciaio in stile Miami al posto dell'antica villa Cicchi da demolire

San Benedetto, un palazzo in acciaio in stile Miami al posto dell'antica villa Cicchi da demolire
San Benedetto, un palazzo in acciaio in stile Miami al posto dell'antica villa Cicchi da demolire
di Alessandra Clementi
3 Minuti di Lettura
Lunedì 3 Ottobre 2022, 03:30

SAN BENEDETTO  - Palazzo in stile Miami con strutture in acciaio al posto di villa Cicchi. A breve la demolizione su viale De Gasperi mentre la Forst si prepara a ospitare appartamenti e garage. Una palazzina di sette piani con angoli arrotondati in pieno stile Miami e una struttura interna in acciaio. Sarà questo l’edificio avveniristico che andrà a sorgere in viale De Gasperi all’incrocio con via Formentini al posto della storica villa Cicchi. E’ stato rilasciato, nei giorni scorsi, il permesso a costruire, quindi verrà a breve allestito il cantiere da parte dell’impresa Nidis che ha rilevato il villino. 

 
La demolizione
Entro dicembre si andrà a demolire il villino rosa che spunta lungo viale De Gasperi tra i palazzoni e i condomini sorti in pieno boom edilizio. Al suo posto sorgerà un edificio a sette piani con tanto di parcheggio interrato e verde. Complessivamente si andranno a realizzare 14 appartamenti ciascuno da 70 metri quadrati, l’attico è rimasto all’ex proprietario della villa Cicchi mentre il resto andrà in vendita e già ci sarebbero molti clienti interessati. Verranno realizzati parcheggi interrati mentre rimarrà del verde al posto dell’attuale giardino che circonda l’edificio. Sul fronte della tempistica entro dicembre si andrà a demolire il villino mentre per la realizzazione del condominio occorreranno circa 20 mesi. La storica villa Cicchi, sorta negli anni Sessanta, in pieno boom edilizio lungo viale De Gasperi sta per lasciare il posto a una palazzina. Il Piano casa torna a realizzare condomini al posto di villini. Operazione edilizia che porta la firma della Nidis di Leonardo D’Isidori. La struttura sarà realizzata interamente in acciaio, questo pur comportando maggiori costi, garantisce una tenuta maggiore soprattutto in caso di sisma. 


Le altre ville
Villa Cicchi è solo l’ultima in ordine di tempo ad aver lasciato il passo a delle palazzine. Stessa sorte l’ha avuta la villa Di Lorenzo – Bugari che si affaccia sull’Albula e sul lungomare dove ha avuto la meglio un condominio in stile moderno, realizzato dalla ditta De Luca, occupando anche gran parte dello stesso giardino circostante. Proseguendo con la palazzina Damiani, ex storica villa Formentini, lungo la statale 16, anche in questo caso trasformata in palazzina residenziale a più piani con sotto delle attività commerciali.

A seguire è stata la volta dell’ex villa Bollettini su via Volta, acquistata all’asta sempre dalla Nidis di D’Isidori, ora diventata una palazzina a più piani e anche qui occupando gran parte dell’area con piscina che in passato faceva da cornice all’abitazione. Proseguendo con il Piano casa altro immobile, in questo caso a destinazione commerciale, che lascerà presto il passo al residenziale è la storica fabbrica della birra Forst della famiglia Marchegiani che ha venduto alla Saxa che ci andrà a realizzare una decina di appartamenti molto ampi. I locali a piano terra avrebbero dovuto ospitare un supermercato ma non è stato raggiunto l’accordo con i nuovi proprietari, così verranno realizzati dei parcheggi. Intervento che si inserisce nell’ambito portuale andando a riqualificare l’intera zona.

© RIPRODUZIONE RISERVATA